L’ennesimo scivolone “diplomatico” in cui, a causa dell’agire del vicesindaco Francesco Sbano, è incappata l’amministrazione guidata da Basilio Ferrari, non è sfuggito allo sguardo attento della minoranza che, considerati i toni adoperati in una nota giunta in redazione, sta assumendo sempre più i connotati di “opposizione”.

Prendendo spunto dalla dura reprimenda che il che il sostituto del primo cittadino amanteano, Giovanni Battista Borrelli, ha espresso riguardo a dichiarazioni che il suo omologo paolano ha rilasciato qualche tempo fa in merito ai costi dei contenitori per la spazzatura (fatto che su queste colonne, nella prima decade di ottobre, ha avuto notevole risalto), gli antagonisti amministrativi della maggioranza di governo hanno sentenziato: «Così come ha dimostrato in passato di non saper leggere le carte e i numeri, continua nel presente. Probabilmente è troppo preso dalla ricerca di colpevoli e non dalla soluzione dei problemi. Peccato, perché essendo un ottimo oculista (il riferimento è alla professione svolta proprio dal “dottore” Francesco Sbano, ndr), non sapremmo come aiutarlo. Una cosa è certa, si potrebbe far seguire da chi ha più esperienza di lui». Una staffilata condotta sul filo ironico di considerazioni che, nel corso del tempo, stanno assommandosi senza sosta. Sempre per ricordare gli accidenti diplomatici nei confronti di persone e categorie, cagionati sempre dal membro in seconda dell’amministrazione paolana, basti tenere a mente la condivisione di concetti quali: «Disabile è chi non sa vivere», oppure la grottesca presa in giro della stampa non allineata alle sue intenzioni che – in un fotomontaggio – è stata paragonata ad un testicolo simile ad un uovo sodo.

Paola – La minoranza schernisce Sbano sullo “scivolone amanteano” ultima modifica: 2016-10-31T19:20:56+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.