I grillini paolani, interpretando le problematiche legate al trasporto urbano cittadino, hanno proposto una loro ricetta per risolvere qualche problematica.

«Parlare di mobilità non è contrapporre i pedoni – scrivono gli attivisti – agli automobilisti o ai ciclisti. La comunità è l’unica portatrice di interessi e la buona mobilità persegue l’interesse di tutti. Il Meetup Paola 2.0 (Amici di Beppe Grillo) intende l’organizzazione della mobilità sia come riduzione dell’utilizzo del mezzo privato, razionalizzando e potenziando il servizio pubblico collettivo, sia come scorrevolezza del traffico privato residuo, tutelando i residenti e tutti i soggetti deboli (pedoni, diversamente abili, e utenti delle due ruote, ciclisti in particolare). I costi di spostamento con i mezzi privati, complessivamente, sono superiori a quelli dei mezzi pubblici; un migliore utilizzo di questi ultimi implementerà risorse destinate al loro sviluppo oltre a migliorare la qualità dell’ambiente».

A parere dei pentastellati di stanza nel meetup Paola 2.0, le condizioni necessarie per l’avvento di un servizio efficiente, dovrebbero consistere in un “Piano di trasporti pubblici non inquinanti e rete di piste ciclabili cittadine” e un “Piano di mobilità per i diversamente abili”.

«Lo scopo – per il M5S – è quello di realizzare a Paola una mobilità sostenibile ed eliminare alla radice i problemi che il traffico (quasi esclusivamente privato) porta con sé. Una mobilità sostenibile contribuisce ad aumentare le opportunità di occupazione, di accesso ai servizi e libertà di movimento, creando attività specifiche e richiamando turisti».

Paola: Il trasporto urbano è una priorità che i grillini vogliono risolvere in città ultima modifica: 2016-11-28T19:46:56+01:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.