Mentre è ormai assodato che la copertura finanziaria per l’ammodernamento del lungomare cittadino è solida quanto un fiocco di neve caduto dentro un forno acceso, le cifre spese per pagare i tecnici ingaggiati continuano a lievitare.

Dopo il clamore suscitato dal pagamento anticipato di 11.970,43 euro (comprensivi di iva ed oneri), sempre in merito al waterfront, elargito all’architetta Angela Maria Marcelli – sulla stampa soprannominata “Lady Sbircia” per via del suo matrimonio con l’ex candidato Grande Sud noto in città con lo pseudonimo “Sbirciapaola”, ossia l’architetto Luigi Colella (celeberrimo autore della frase: « Disabile è chi non sa vivere, a loro dev’essere inibito qualsiasi accesso» e capo del Rtp che s’è occupato dei lavori a Largo Sette Canali)altri 10.919,66 euro le sono stati riservati dall’ingegner Fabio Pavone per «le prestazioni di Direzione Lavori e Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione» del cantiere sul lungomare.

Ovviamente si tratta di una cifra che, nell’atto dirigenziale n.348 dello scorso 29 novembre, consta anche di Iva (al 22%) e Cnpaia (al 4%), giustificata con i criteri dell’indifferibilità e dell’urgenza «in quanto l’Amministrazione Comunale – si legge – intende realizzare l’opera e renderla fruibile nella prossima stagione balneare».

Sebbene paiano rispettate le linee guida dell’Anac in riferimento ai servizi attinenti l’architettura e ingegneria al di sotto dei 40mila euro, sommando i due importi pare vacillare la voce relativa al regolamento dei contratti e degli appalti dell’ente comunale, che dispone la possibilità dell’affidamento dei servizi in economia con la soglia dei 20mila euro.

Se poi si sommano i 19.268,57 euro, oltre cassa e Iva, ripartiti fra i tecnici incaricati dei lavori per ristrutturare la scuola di Sant’Agata (tra i quali c’era anche “Lady Sbircia”), anche il limite Anac potrebbe deflagrare (ma quelli sono “altri lavori”, così come sono “altri” gli interventi pianificati – gratuitamente – sempre dalla Marcelli sull’Arco di San Francesco in Piazza IV Novembre).

Paola – Il “waterfront” remunera i tecnici, la Marcelli supera quota 20mila€ ultima modifica: 2016-12-18T11:00:31+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.