La recente ordinanza con la quale il sindaco Ferrari ha sospeso le attività didattiche per la scuola “F. Bruno”, plesso scolastico tra i più frequentati della città, ha fatto storcere il naso a molti genitori degli alunni.

Perché sebbene il primo cittadino sembrerebbe aver agito con prontezza all’emergenza relativa al fronte dei riscaldamenti, certificata nel dispositivo emanato da una premessa inequivocabile, per coloro che quotidianamente accompagnano i propri figli a seguire le lezioni è parsa inopportuna alla luce del tanto tempo avuto a disposizione nel corso delle lunghe vacanze natalizie, lasso che a parere di molti sarebbe potuto servire per effettuare controlli e manutenzione.

«L’importante è fare la pista ciclabile, concerti, luminarie ma non la manutenzione ai plessi scolastici – è intervenuto su internet un padre esasperato – E comunque neanche al centro funzionano i riscaldamenti».

Quasi a rimarcare una sorta di disattenzione amministrativa che pare aver rivolto il proprio sguardo alla valorizzazione dell’effimero tralasciando, paradossalmente, gli aspetti quotidiani con i quali i cittadini impattano giornalmente.

Una critica feroce, che s’è aggravata laddove anche le mamme – intervenute sempre a commentare l’ordinanza diramata – hanno aggiunto la loro voce al coro delle lamentele. «A conferma che il buon senso si è perso per strada i bambini di Baracche oggi hanno affrontato il rientro a scuola in locali non adeguatamente riscaldati…ovviamente gli impianti non sono stati accesi in anticipo come è successo nel resto d’Italia, restando quindi fermi per ore al gelo! – ha tuonato una signora – Grazie a nome dei bambini, delle maestre e delle mamme».

Quindi una pioggia di commenti tutti di segno negativo, che sicuramente andranno a mettere in discussione l’immagine di città che persino in consiglio comunale s’è tentato di propinare, con riferimento ad un marketing territoriale che, oltre allo sfavillio delle luminarie e alla meraviglia delle “meteoriti” piazzate qua e la ad addobbare le piazze più rappresentative, s’è perso per strada insieme al buon senso di un’attenzione tangibile.

Neanche si trattasse di una località di montagna, il primo freddo “vero” ha messo in ginocchio una parte della collettività cittadina, abbattendosi come una scure sull’improvvisazione imputata ad un sindaco che ormai sembra governare solo attraverso i media virtuali.

Paola: Disagi a scuola fomentano critiche contro amministrazione comunale ultima modifica: 2017-01-12T13:18:22+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.