Nota diramata dalla minoranza consiliare paolana

Prosegue la politica della rivalsa, pratica che ha portato il Sindaco Ferrari all’ultimo posto di gradimento della storia amministrativa di Paola. Assistito dai suoi consulenti della comunicazione, ben pagati da noi paolani, Ferrari emana una nota scandalosa della quale dovrebbe avere vergogna.

Ciò in quanto, nonostante cambi bersaglio, tralasciando l’ex Sindaco Roberto Perrotta che, assistito dal popolo numeroso, l’ha rintuzzato in ogni sua iniziativa, portando le carte, visibili a tutti, a supporto della disamministrazione Ferrari, nel cercare il suo avversario a tutti i costi, Ferrari si scaglia contro il presidente della Provincia Di Natale il quale avrà modo di ignorarlo vista l’inconsistenza della sua nota sciocca.

Sindaco, chi l’ha mai visto difendere la nostra città quando era preda di vari “appetiti”?

Chi conosce sue iniziative in tal senso?

È vero, però, che la sua amministrazione ci ha resi famosi in Calabria.

Infatti, siamo stati ridicolizzati per un dissesto ballerino che da 34 milioni è passato a 28 poi a 18 poi a 22 adesso a loro dire 27.

Siamo stati ridicolizzati per un Psc annullato ed oggi ancora in itinere dopo oltre tre anni di vuoto, con conseguenze catastrofiche per la città.

Siamo stati ridicolizzati per le tante cause promosse e perse al Tar, nonchè per avere perso, per errori amministrativi, finanziamenti importanti e per avere ceduto la guida di alcuni bandi a Comuni inferiori per importanza a Paola.

E ancora: ha snobbato l’Ufficio delle Entrate e perso i Vigili del Fuoco. Vicenda, quest’ultima, oggetto di un inutile Consiglio Comunale “barzelletta”.

Siamo stati ridicolizzati dalla Calabria intera per avere costruito, con tanto d’impegno e spesa, un concorso di dirigente basato non sul merito, non sull’esperienza, non sui titoli, non sulle capacità, ma sulla distanza che loro stessi hanno mal calcolato e successivamente rettificato.

Sindaco, vada via, Paola sta contando i giorni. Lei è stato il classico politico inutile che ha prodotto solo illusioni, danni e debiti.

E inoltre non ha saputo nemmeno esercitare la sua tanto cara rivalsa perchè l’ex Sindaco riempie quelle piazze che lei da tre anni evita accuratamente.

Concludendo, abbiamo appreso con soddisfazione ed in controtendenza a questa sciagurata amministrazione, dell’incontro tra Dirigenza scolastica, Guardia di Finanza e Provincia di Cosenza, terminato con un accordo unanime e completo alla faccia dei demolitori e paladini della rivalsa.

Paola, in controtendenza rispetto ai quasi 5 anni dell’amministrazione Ferrari, avrà ancora la Caserma della Guardia di Finanza la quale sarà portata ad un livello superiore (Gruppo) con circa 100 uomini a disposizione.

Per quanto fatto, con trasparenza e capacità di confronto, ringraziamo la Provincia di Cosenza, la dirigenza scolastica e la Guardia di Finanza per il loro senso di responsabilità, la loro capacità di coniugare e mediare le varie esigenze.

Per il resto, i vocaboli che lei Sindaco attribuisce al Presidente Di Natale (“privo di respiro”, “senza autorevolezza”, “clima conflittuale”, “imposizione”, “imprudenza”, “incapacità istituzionale”), ben descrivono la sua disamministrazione.

Insomma, “… conviene aspettare la Primavera allor quando, all’esito delle elezioni comunali, si concluderà finalmente questa parentesi goffa di cui non resterà traccia di nota…”

Paola – La minoranza bacchetta Basilio Ferrari per la gaffe contro Di Natale ultima modifica: 2017-01-26T20:00:31+02:00 da Redazione
Redazione

About