Malgrado l’attivismo che ne ha sempre contraddistinto ogni partecipazione alla vita politica cittadina, per questa volta Antonella Politano non sarà della partita. Data in predicato per una candidatura con Prospettiva Comune, il movimento presieduto da Emilio Pastore, la battagliera esponente di un pensiero ecologista in linea con la tutela della natura e delle persone, ha deciso di fare un passo indietro.

«La mia storia non può essere uno sponsor elettorale – ha detto la donna che ha visto svanire la sua intera famiglia a causa di malattie derivanti da inquinamento ambientale – le tematiche per cui mi sono battuta e continuo a battermi, non possono essere appannaggio di un partito o movimento politico. Il risultato di ciò per cui in tutti questi anni ho lottato, dev’essere di tutti ed in special modo dei cittadini. La mia incredibile storia non può essere di destra o sinistra, perché è la storia di tutti. La mia capacità di sorridere ed ironizzare, continuando insieme al mio avvocato (Sabrina Mannarino, ndr) che è stata l’unica a starmi vicino in questi lunghi anni dedicati a combattere la mia battaglia per la verità e la giustizia, tra le mille difficoltà più o meno normali del quotidiano, è quello che ho cercato di trasmettere a tanta gente. Dalla politica non ho avuto nessun aiuto, anzi il contrario, visto che sono disoccupata da sempre».

In conclusione, Antonella Politano ha inteso accommiatarsi dall’attuale scenario politico con un messaggio di speranza: «Giungere alla verità sul mio caso significherà che simili tragedie possano ripetersi. Il mio posto è quello di essere seduta a dare conforto ad un malato di quella brutta malattia chiamata  cancro, e non seduta in consiglio comunale».

I malumori tra la Politano e Prospettiva Comune s’erano già verificati all’inizio dell’estate, quando alla donna venne addirittura contestato un intervento su Facebook nel quale stigmatizzava il ruolo di onorevoli del Pd sul fronte della depurazione.

A quel tempo scese in campo direttamente il presidente Pastore, che in una nota prese le distanze dalla Politano, senza però chiuderle la porta di Prospettiva Comune.

«Cara Antonella – scrisse all’epoca il portatore de “la chiave di svolta” – su questa vicenda sicuramente ne parli a titolo personale e ad ogni modo la nostra politica su Paola ha un valore diverso rispetto alle accuse gratuite fatte a chi in questo momento ha dei ruoli istituzionali Regionale e Nazionale».

Paola – La Politano lascia i falbiani: «La mia storia non è uno sponsor» ultima modifica: 2017-03-19T10:59:06+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.