Nota diramata dallo staff che si occupa delle comunicazioni per conto della Coalizione di Salute Pubblica che candida a sindaco Roberto Perrotta

In un momento storico in cui certa politica sembra essere indifferente a fatti e atti di rilevante interesse pubblico e investigativo, in tema di lotta alla mafia, soprattutto in relazione a provvedimenti di merito finalizzati a bloccare rischi di “infiltrazioni” ‘ndranghetistiche nella pubblica amministrazione, ci piace sottolineare che il famigerato venticello della calunnia verso le persone perbene e, di conseguenza, verso l’opera quotidiana delle Istituzioni, non giova certo alla importante causa comune dell’Antimafia.
Cogliamo, pertanto, l’occasione per ribadire, ancora una volta, il nostro pieno sostegno e la nostra convinta gratitudine al nostro candidato a sindaco, identificato dagli inquirenti e dalla Dda catanzarese quale vittima illustre delle organizzazioni criminali del territorio (Rgnr Dda 3278/00), all’epoca in cui amministrava il Comune di Paola, ed a cui è stato riconosciuto (previa richiesta di costituzione di parte civile), all’esito di specifico dibattimento in Corte d’Assise a Cosenza, risarcimento del danno in quanto vittima di azioni criminose (sentenza 05/2016 del 23.09.2016).
A noi piace parlare con i fatti e soprattutto con gli atti, mentre lasciamo ad altri, intanto il dovere di chiarire, al Popolo e alle Istituzioni Competenti, vicende e circostanze documentate che, a prescindere dalle dichiarazioni di collaboratori di giustizia, sono sfociate in provvedimenti interdittivi spiccati dalla Prefettura di Cosenza; poi l’obbligo morale (e non solo) di assumersi le proprie responsabilità, agendo con coraggio e chiarezza al fine di non generare confusione su un argomento così importante e delicato.
Su tali questioni, insomma, le chiacchiere dei denigratori di professione devono lasciare il posto al senso del dovere e della responsabilità verso se stessi e verso la comunità tutta, altrimenti sarebbe più onesto tacere.

 

Paola – Nel contrasto alla ‘ndrangheta Roberto Perrotta è “Parte Civile” ultima modifica: 2017-04-15T11:33:18+02:00 da Redazione
Redazione

About