Nota diramata dallo staff che si occupa della comunicazione per conto della Coalizione di Salute Pubblica in appoggio alla candidatura a sindaco di Roberto Perrotta

Oggi capiamo il perché i geologi non siano stati chiamati ad aggiornare il PSC. Il nostro Vice Sindaco è diventato geologo, ingegnere, idraulico e tecnico competente.

Come dichiara nell’articolo pubblicato da Cronache delle Calabrie (a firma di Cinzia Gardi, ndr) lo scorso 12 aprile 2017: “Una città sporca con un dissesto idrogeologico in atto, con i fanghi che scaricavano in mare e che ha subito un’alluvione perché i fiumi non venivano puliti“.

Ci preme perciò smentire riportando uno stralcio della stampa del mese di ottobre del 2010:

La zona più colpita è stata il paolano che nella notte tra 18 e 19 è stata interessata da un alluvione lampo, con circa 100 mm di pioggia caduti in poco meno di due ore!

In realtà proprio in merito alle dichiarazioni sopracitate dovrebbe chiedere scusa a tutta la città e a tutte le famiglie che in seguito a quella tragica alluvione hanno subito ingenti danni.

Se oggi si stanno mettendo in sicurezza alcuni fiumi è grazie all’Amministrazione Perrotta che convocò le autorità competenti e ottenne i finanziamenti dalla Regione Calabria.

La coalizione di salute pubblica per questo e per tutti gli argomenti in ballo e che si ritiene necessario approfondire è disponibile nei modi, termini e condizioni che vuole l’attuale Amministrazione, a un pubblico confronto con i riscontri documentali.

Paola – I Perrottiani criticano l’arbitraria “onniscienza” di Francesco Sbano ultima modifica: 2017-04-16T10:35:22+02:00 da Redazione
Redazione

About