sabato , 22 Febbraio 2020
giovanni fiore

Paola – Ribaltata in appello la sentenza di condanna per 26enne paolano

Ribaltando la sentenza di primo grado, la corte d’appello di Catanzaro ha fatto cadere le accuse a carico di Giovanni Fiore, giovane paolano che in primo grado era stato condannato alla pena di tre anni di reclusione, 516 euro di multa e al pagamento delle spese processuali.

Grazie al ricorso istruito e presentato a suo tempo dall’avvocato Gino Perrotta, successivamente seguito dallo studio legale di Giuseppe Bruno, il collegio giudicante del capoluogo ha accolto la teoria difensiva, secondo cui «Il Giudice del Tribunale di Paola non ha tenuto in nessun conto quanto emerso dall’istruttoria dibattimentale ritenendo sufficiente la sola denunzia acquisita agli atti, col consenso della difesa, per fondare il suo convincimento circa la responsabilità dell’imputato. Com’è noto, il principio del libero convincimento non consiste nella libera opinione che il giudice si fa circa l’attribuzione di responsabilità ad un soggetto, ma consiste nella libera valutazione delle prove che provengono dal dibattimento, luogo deputato per la formazione della prova. La sentenza emessa dal Tribunale di Paola è ingiusta – aveva sottolineato Gino Perrotta – e non abile a convalidare l’addebito di penale responsabilità per l’integrazione del delitto […] in quanto, in maniera scientemente indebita, converte contraddittori segmenti dell’attività dibattimentale in precari dati di prova da cui inferire la colpevolezza del Fiore. Particolarmente, si distingue il dato dell’insussistente offensività della condotta dell’imputalo, ovvero il travisamento dei fatti da cui dedurre l’avvenuta lesione degli oggetti giuridici, in chiave sostanziale, presidiati dalla norma di parte speciale».

I fatti di cui era stato ritenuto responsabile il 26enne, risalgono a circa quattro anni fa, quando Fiore era stato accusato di essersi impossessato – con l’aggravante delle minacce – di un telefono cellulare temporaneamente nella disponibilità di colui che si era presentato come vittima. Circostanza, da ieri, perentoriamente smentita.

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

capriolo parco del pollino

Parco del Pollino – Capriolo investito: soccorso, curato e rimesso in libertà

Un esemplare di capriolo è stato rimesso in libertà nel Parco Nazionale del Pollino Il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: