In occasione degli Internazionali di Tennis si è svolta a Roma la Festa Finale della 3 edizione del Progetto Nazionale “Racchette di Classe”  in collaborazione con le Federazioni Italiane di Badminton e Tennis.

Il progetto offre l’opportunità, agli alunni della scuola primaria, di sperimentare alcuni importanti aspetti formativi del MiniTennis e MiniBadminton.

“Racchette di Classe” si colloca nell’ambito dei Protocolli d’intesa  Coni-Cip-Miur ed è stato convalidato ed inserito nel programma dell’attività motoria e sportiva per le scuole primarie.

Ispirato al Progetto Nazionale “Sport di Classe”(Coni-Miur),”Racchette di Classe” è un supporto tecnico e didattico per gli insegnanti che si occupano di attività sportive nelle Scuole Primarie e Istituti Comprensivi, ideale per sviluppare un percorso di educazione motoria,in questo caso attraverso il Gioco del MiniBadminton e MiniTennis.

Nell’ottica di questa promozione e divulgazione, sono stati riconosciuti e premiati 7 “Progetti Speciali 2016/17” in tutta Italia e in particolare, per la Calabria, il Premio è stato consegnato direttamente al Foro Italico-Next Gen Arena-mercoledì 10 maggio 2017 dal Ministro della Pubblica Istruzione -Valeria Fedeli- all’ I.C. di Fuscaldo Marina – Insegnante: Piemontese Vincenza-CT di Altomonte, Tecn. Limido Luciano-Tecnico di Badminton: Rosa Maria Sammarco.

La motivazione è nelle parole della Prof.ssa Rosa Maria Sammarco che cosi ci dice: «Racchette di Classe è un progetto che ha dato l’opportunità a tutti i bambini di giocare e l’efficacia del progetto risiede proprio in questo. Tramite Racchette di Classe è stato possibile svolgere un’attività concreta sul posto, integrando l’attività curriculare con quella extracurriculare. Questo ha permesso di dare una risposta concreta alle esigenze sia degli alunni, sia delle  scuole dove siamo stati operativi, a tal punto che abbiamo ampliato il progetto arrivando a oltre 10 incontri pomeridiani. Personalmente ho notato nelle diverse scuole che ho seguito (10 quest’anno) l’esigenza di dare continuità al Progetto nel successivo ciclo scolastico in modo che i ragazzi possano continuare con l’attività intrapresa. È una richiesta fatta soprattutto dai Dirigenti Scolastici e in questo senso siamo riusciti ad intervenire in alcune scuole medie. In tre anni ho seguito tantissimi bambini delle elementari, molti di loro anche con disabilità motoria i quali hanno potuto partecipare alle attività proposte da Racchette di Classe. Sicuramente la partecipazione e la condivisione di momenti ludici con i compagni facilità l’integrazione. È stata un’esperienza molto proficua sotto questi aspetti. Tra tutte le scuole della Calabria che hanno partecipato mi fa piacere menzionare quelle che ho coordinato direttamente: I.C. Bruno e Gentili di Paola-I.C. Guardia-Acquappesa-Bonifati-I.C. Fuscaldo-I.C. Cetraro».

Scuola – Il Ministro premia il progetto “Racchette di Classe” del Tirreno ultima modifica: 2017-05-15T21:03:04+02:00 da Redazione
Redazione

About