Con un intervento volto a rasserenare gli animi degli ausiliari attualmente impiegati per vigilare sul rispetto dei parcheggi a pagamento, il sindaco uscente – Basilio Ferrari – ha emanato un decreto con il quale la loro condizione lavorativa è stata prorogata fino al prossimo 31 dicembre.

Al termine dell’anno solare, stante questo procrastinamento, sarà compito del prossimo primo cittadino occuparsi di una tematica che – nelle intenzioni iniziali dell’amministrazione su cui sta per volgere il tramonto – si sarebbe dovuta esaurire alla data odierna (17 giugno).

Indipendentemente dalla rielezione dell’esecutivo in carica, per i sette controllori fino a ieri in bilico, la notizia ha significato un sostanziale allentamento della tensione.

Un sospiro di sollievo per quel minimo garantito da un’attività che – a fronte delle ore espletate – a fine mese significa uno stipendio di 403 euro lordi che, come è stato già reso noto, al netto delle imposte rimangono disponibili in una cifra di quasi un “verdone” inferiore.

«Visti i propri decreti sindacali – si legge nell’atto – di Maiorano Gino, nato a Paola prot n. 4888, di Castellano Mirco prot n. 4889, di Mauro Alessandro prot n. 4903, di Pupillo Luca prot n 4901, di Raimondo Mattia prot n. 4891, di Serpa Francesco prot n. 4897 e di Storino Mauro prot n.4890, tutti rilasciati in data 13.03.2017, con validità fino al 17.06.2017; Vista la mail pec – settore cds della Beta Professional Consulting, datata 13.06.2017 ore 15.31, acquisita dal Comando di P.M. con allegate le richieste di proroga dei citati dipendenti fino al 31 dicembre 2017, eccetto l’A.T. Sbano Francesco […] al quale verrà prorogato con scadenza 15 settembre 2017», Basilio Ferrari ha ritenuto opportuno “blindare” i lavoratori per altri sei mesi. Nel documento sindacale è anche fissata una condizione molto chiara, cui chiunque – anche in caso di mancata riconferma dell’estensore del decreto – dovrà attenersi. «In particolare, si avverte – è specificato nella coda del documento – che il presente decreto, è subordinato al mantenimento della condizione di dipendente della ditta concessionaria, decade, altresì se l’Ausiliario perde i requisiti morali e professionali previsti per il conferimento oppure venga meno il rapporto concessorio tra il Comune e la ditta Concessionaria».

Il servizio, ormai a regime, nelle intenzioni dell’amministrazione dovrebbe garantire anche un salto di qualità per l’arredamento urbano che – così come ebbe a dire l’assessore Paolo Siciliano – dovrebbe essere implementato dalla ditta che s’è aggiudicata la concessione degli stalli.

Paola – Servizio “strisce blu”, prorogati gli ausiliari che controllano gli stalli ultima modifica: 2017-06-19T19:45:48+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.