giovedì , 2 Aprile 2020
elezioni paola 2017

Paola – Tutti i risultati, sezione per sezione, delle varie liste

In attesa dei particolari relativi alle preferenze, il computo complessivo relativo alle liste è giunto a fornire numeri e cifre di tutte le sezioni scrutinate.

Ovviamente questo dato potrebbe esprimere la misura degli eventuali ingressi in consiglio comunale, con elementi che lasciano presagire una vigorosa flessione per alcuni movimenti già presentatisi nel 2012 e con la conferma per alcuni partiti storici.

Nel centrodestra il bottino “più pieno” è stato ottenuto dai “Moderati”, gruppo nato in consiglio comunale durante gli ultimi anni di sindacatura Ferrari che vede, tra i protagonisti dell’ultimo lustro amministrativo – oltre al sindaco – anche i consiglieri Totonno Lo Gatto, Silvio Buono e Domenico De Rosa. Più staccata la “Grande Paola” del vicesindaco Francesco Sbano che, comunque, può contare su una buona incetta di consensi ottenuti dal tandem composto da sua madre, Maria Pia Serranò, e dal consigliere Francesco Serpa. Affermazione comunque superiore al Pri di Sergio Stancato e della presidente del Consiglio Emira Ciodaro, fermi a poche decine di voti di distacco.

Nell’altro quadrante, a fare risultato a quattro cifre ci hanno pensato sia i socialisti di Roberto Perrotta che i democratici di Graziano Di Natale, confermando entrambi uno stato di forma smagliante dovuto anche alla natura partitica delle proprie liste. Nella Coalizione di Salute Pubblica si assiste comunque ad un’ottima affermazione delle liste, probabilmente – in caso di vittoria al ballottaggio – tutte in grado di ambire ad un seggio consiliare.

Chi ancora si lambicca nell’incertezza è Vincenzo Limardi, con la Rete dei Beni Comuni che ha raccolto quasi il doppio dei voti di Cambia Paola, senza però fornire elementi in grado di determinare il superamento di quel quorum che vorrebbe dire presenza nell’aula Lo Giudice.

Il Progetto Democratico di Pino Falbo s’è invece arrestato sulle flessioni dei Riformatori di Piero Lamberti – lontano di oltre 300 punti rispetto all’affermazione solitaria del 2012 – ma anche dell’Azione Democratica che avrebbe dovuto contendere al PD di Graziano Di Natale la guida del partito a livello locale (il loro computo complessivo s’è arrestato a quasi un centinaio di voti in meno rispetto al solo consigliere provinciale in lizza).

Dulcis in fundo Carmelo Meo col moVimento 5 Stelle, che malgrado i pochi voti ottenuti non è comunque l’ultima lista della classifica (perché l’ultima è la  “Comunità Paolana” in appoggio a Basilio Ferrari mentre penultima è la “Paola che Vorrei” in appoggio a Pino Falbo).

Nel prosieguo della giornata, in ossequio al lavoro dei colleghi della carta stampata (che domani argomenteranno con dovizia di particolari l’andamento del voto amministrativo), verranno offerte eventualmente solo le “versioni a caldo” dei protagonisti che intenderanno rilasciare commenti su quanto è avvenuto con le consultazioni di ieri a Paola.

Segue l’immagine con la griglia dei risultati

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

coronavirus paola

Paola – Nuovo caso di coronavirus in città (isolato a casa). Computo TOT: 5

Col passare dei giorni, il trend di casi con i quali la città di Paola …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: