A causa di recenti suggestioni, evocate più che altro da cronache approssimative e prive di riscontro, il tema dell’immigrazione – declinato nella deprecabile rotta che conduce alla devianza – è tornato di prepotente attualità.

Partendo dalla recente adesione allo Sprar (dispositivo che consentirà al comune di Paola di aprire le sue porte a 2,5 richiedenti asilo ogni mille abitanti), il dottor Cosmo De Matteis – camice bianco operante anche per conto dell’Asmev – ha inteso esprimere il suo parere riguardo il rapporto venutosi a creare tra la città e gli ospiti stranieri.

«Inutile negare che ritengo molto sensata la direzione intrapresa – ha detto il medico che ad intervalli regolari, volontariamente, si reca in Eritrea per dare supporto alle popolazioni africane – soprattutto alla luce delle speculazioni recentemente venute a galla con le inchieste della magistratura. Aderire allo Sprar è stata una forma di rispetto tanto verso coloro che richiedono aiuto, quanto nei confronti della città e dei suoi abitanti. Continuare a gestire le cose in maniera autarchica, come troppo spesso avviene in Calabria, sarebbe stato un segno di chiara debolezza, indice di una sottocultura vocata allo sfruttamento di cui troppo spesso parlano anche le cronache. Fenomeni degradanti come quello della prostituzione o dello schiavismo nei campi, ad esempio, attecchiscono molto facilmente laddove le cose sono organizzate senza alcun dispositivo normativo, in quelle realtà dove i flussi vengono gestiti autonomamente in base alle possibilità ricettive assicurate da strutture troppo spesso in mano a gente senza scrupoli. Aver messo Paola nelle condizioni di potersi determinare secondo crismi di legge, è stato un passo in avanti per evitare che in futuro, persone disperate per la totale mancanza di mezzi utili a coprire qualsivoglia esigenza, possano finire nella rete di sfruttatori disumani».

Paola – Immigrazione, “ospitalità”, sfruttamento e Sprar: parla De Matteis ultima modifica: 2017-08-26T10:53:11+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.