Tenutasi a Paola poco più di una settimana fa, la riunione sindacale della Flai Cgil è servita a mettere in chiaro diverse situazioni.

Tra le mura “amiche” del Dopo Lavoro Ferroviario, gli iscritti alla sigla che più d’ogni altra sta occupando la prima linea nella “lotta” per riconoscere i diritti dei lavoratori del Consorzio di Bonifica ex Valle Lao (nonché di quelli impiegati in Calabria Verde), hanno avuto modo di interfacciarsi con i vertici provinciali e regionali che, su sollecito dei rappresentanti locali Antonello Pastore e Pino Caruso.

«In un iniziale clima di comprensibile preoccupazione – si legge in una nota diramata a margine dell’appuntamento – da parte dei numerosi presenti che hanno saturato la sala convegni del Dlf, il moderatore Cesare Calvano, dopo i saluti e i ringraziamenti di rito, ha immediatamente dato la parola al Responsabile della Camera del Lavoro di Paola, Pino Russo che ha ringraziato i tantissimi lavoratori che, con la loro presenza, erano la concreta dimostrazione dell’indiscutibile ruolo di riferimento che la Flai Cgil di Paola ha sempre rappresentato in tutto il tirreno cosentino. Ha poi messo al corrente i presenti dei recenti ed innovativi servizi messi a disposizione, non solo degli iscritti da parte della Cgil di Paola. È stata poi la volta del Segretario Comprensoriale  Cgil Umberto Calabrone e poi del Segretario Provinciale Flai Adriano Savaia che, con la consueta chiarezza e passionalità, ha spiegato le nuove proposte contenute nel Cirl in fase di approvazione. Savaia ha poi trattato diffusamente le varie problematiche di Calabria Verde, del Consorzio ex Valle Lao del rapporto tra i due enti e tra essi e la Regione Calabria; con la sua circostanziata relazione ha anticipato molte delle domande dei lavoratori presenti circa i fondi Tfr, gli stipendi arretrati, i rapporti sindacali con il Commissario Straordinario Regionale Leonardo Pier Luigi Celiberto, la riorganizzazione dei lavori, i rapporti di collaborazione che potrebbero instaurarsi tra la Protezione Civile regionale e i lavoratori idraulico forestali. Calvano ha poi dato la parola ad alcuni lavoratori che hanno evidenziato alcune tematiche quali l’esigenza che si faccia avanti al più presto l’idea di poter utilizzare per i lavori sui cantieri attrezzature e tecnologie innovative e non i soliti falce, piccone, pala e zappa. Altri interventi hanno sottolineato la mancata consegna, da più di due anni dei Dpi, le inefficienze del servizio Aib e le difficoltà di poter garantire tale importante servizio a causa della ormai avanzata età dei lavoratori specializzati addetti. L’assemblea è stata conclusa dall’attesissimo intervento del Segretario Regionale Flai Cgil Bruno Costa che, riprendendo più volte sia le istanze dei relatori che dei lavoratori, ha effettuato un intervento che si è concluso con l’assicurazione, ai presenti, che la Cgil sarà sempre e comunque vicina e ancora più presente alle esigenze della categoria e che la sua presenza nel comprensorio di Paola – conclude il comunicato sindacale – non deve essere considerata una eccezionalità ma la prima di tante e frequenti occasioni di reciproca crescita tesa ad ottimizzare i rapporti tra enti datoriali, istituzioni, sindacato, e lavoratori».

Paola – Ex Valle Lao e Calabria Verde al centro dell’incontro della Flai Cgil ultima modifica: 2017-10-20T10:08:31+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.