arresto droga paola

Paola – Arrestato un 22enne per spaccio, tra le droghe pure l’ecstasy

Settimana intensa quella appena trascorsa, almeno sul fronte delle operazioni ad “alto impatto” condotte dai Carabinieri.

Secondo il resoconto dell’Arma, gli uomini guidati dal Capitano Giordano Tognoni (affiancati dai militari della Compagnia di Intervento del 14° Battaglione Carabinieri di Vibo Valentia), hanno setacciato il territorio litoraneo del Tirreno cosentino, controllando oltre 200 persone e 130 veicoli, oltre a numerose perquisizioni personali, veicolari e domiciliari.

Al culmine delle attività, il responso è consistito in un arresto e diverse denunce per detenzione di sostanze stupefacenti e armi (coltelli, katane e pugnali).

Nel corso di questi controlli mirati, il più eclatante risultato è consistito nell’arresto (confermato dal procedimento giudiziario “per direttissima” che ne è conseguito) di un 22enne paolano, trovato in possesso di sostanze stupefacenti ascrivibili alla marijuana e alla pericolosissima MDMA (vale a dire “ecstasy”).

Secondo la ricostruzione fornita dagli inquirenti, il ragazzo – già in fase di controllo – avrebbe mostrato degli atteggiamenti sospetti che, sulla base dei precedenti di polizia già a suo carico, hanno fatto scattare la procedura di perquisizione domiciliare. Una volta entrati in casa, i militari hanno rinvenuto – all’interno di un bauletto – 250 dosi già confezionate di marijuana ed alcuni grammi della devastante sostanza identificata come MDMA ma meglio conosciuta come “ecstasy” (droga molto pericolosa e dagli effetti imprevedibili che, in molti casi, causano danni permanenti al cervello).

L’arrestato, terminate le formalità di rito, è stato tradotto in regime di arresti domiciliari presso la sua residenza. È seguito il giudizio “in direttissima” con la convalida dell’arresto e la conferma dei domiciliari.

Restando nell’ambito della città del Santo, non è andata bene neanche ad una 48enne, denunciata a piede libero perché sono state trovate tre “katane” (affilatissime sciabole giapponesi) e due pugnali pronti all’uso.

Tra Paola e San Lucido si è invece consumato il fermo di un 24enne che, ignorando l’alt intimatogli dai militari, ha dato vita ad un vero e proprio inseguimento terminato dopo dieci chilometri di corsa. Una volta raggiunto nel comune di San Lucido, il ragazzo è stato trovato in possesso di mezzo grammo di hashish e, dopo essere stato segnalato alla locale Prefettura, è stato anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

La lotta alla droga si è estesa anche nella vicina realtà di Cetraro dove un 47enne del posto è stato denunciato a piede libero perché, a seguito di un controllo dell’autovettura in uso, è stato trovato in possesso di un coltello utilizzabile per l’offesa alla persona.

About Redazione

Check Also

piero lamberti i riformatori paola cs

Paola: «No accordi personalistici». Da “I Riformatori” proposte di coalizione

Nota stampa del movimento politico-culturale “I Riformatori”, forza del centrosinistra paolano che alle elezioni del …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: