Il video che segue è stato girato questa mattina, quando il vento di San Francesco (spirante dalla montagna verso il mare) ha fermato la furia delle onde che incessantemente hanno sferzato il litorale negli ultimi giorni.

Accompagnato da una pioggia tutt’altro che primaverile, il soffio dell’entroterra ha aiutato la macchina dei soccorsi, prontamente intervenuta sin dai primi minuti della mareggiata che ha spazzato via – oltre alla quasi totalità degli stabilimenti balneari cittadini – anche buona parte della strada che costeggia la zona dei “bracci” (o “T”) a sud, utilissimo collegamento tra i centri di Paola e San Lucido.

In vista delle festività pasquali, proprio l’asse viario lungo il quale ogni giorno transitano centinaia di veicoli e persone, è stato oggetto di un intervento di ripristino, con rattoppature provvisorie che – nel futuro prossimo – dovrebbero cedere il passo a ristrutturazioni capaci di restituire ai luoghi l’aspetto perduto.

La furia degli elementi abbattutisi sulla città del Santo, come avvenuto il altre circostanze, ha ispirato la solidarietà di molti cittadini che, a vario titolo e ognuno a suo modo, hanno provato a dare il proprio contributo a coloro che hanno sofferto di più.

C’è stato chi ha messo a disposizione uomini e mezzi, chi si è adoperato allo sgombero delle attività invase dalle onde, chi si è armato di “pala e pico” per aprire varchi utili al passaggio di persone e cose, in un tam-tam che – oltre a viaggiare sul web – è divenuto tangibile nel sollievo di coloro che (almeno) hanno avuto prova di non essere stati lasciati soli.

Dal punto di vista istituzionale, l’amministrazione comunale ha risposto con l’immediata sospensione del pagamento dei tributi per tutte quelle attività che hanno subito ingenti danni. Dal punto di vista operativo, il plauso va alle ditte private (intervenute senza fare alcun conto), agli operai del settore manutentivo e a quelli delle cooperative che, senza farsi intimorire dalle avverse condizioni metereologiche, si sono messi a disposizione di una causa da cui dipende il futuro (prossimo e a lungo termine) della città.

Forse la Primavera sarà arrivata in ritardo, ma il Quattro Maggio – grazie a tutta questa solidarietà – già si respira nell’aria.

Di seguito un piccolo contributo filmato, le immagini sono state girate stamattina (22.03.2017) e documentano lo stato di due storici lidi che la mareggiata ha letteralmente cancellato.

Paola – Il grande cuore della città batte per chi ha perso tanto – VIDEO ultima modifica: 2018-03-22T17:38:57+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.