Organizzata dalla Presidenza del Consiglio Comunale, la mostra basata sulla prestigiosa “Collezione Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona” dedicata a San Francesco di Paola, ha aperto i battenti nel pomeriggio di Domenica scorsa.

Partecipata da un folto numero di persone, entusiaste per l’allestimento predisposto all’interno dell’ex Palazzo di Città (già Collegio dei Gesuiti), la cerimonia di inaugurazione ha visto protagonisti il massimo esponente dell’assise cittadina, l’avvocato Graziano Di Natale, il sindaco Roberto Perrotta, il rappresentante dell’Ordine dei Minimi, padre Domenico Crupi, l’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano e Federico Bilotti (cugino di Roberto, il mecenate che ha messo a disposizione le tante opere d’arte esposte negli ambienti del celebre palazzo).

Nel corso della serie di interventi preliminari al taglio del nastro, i rappresentanti istituzionali convenuti hanno rimarcato più volte l’importanza della cultura come deterrente alle varie forme di disagio sociale, lasciando intendere che a questo “esperimento” espositivo, ne seguiranno altri con ulteriori accorgimenti.

Molto appassionato il discorso pronunciato da Graziano Di Natale, il propiziatore dell’evento che ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita della kermesse, dai volontari riconoscibili per avere indosso la pettorina azzurra, ai consiglieri comunali che si sono prodigati nel disbrigo delle pratiche necessarie.

Sulla stessa lunghezza d’onda il primo cittadino, Roberto Perrotta, che ha enfatizzato l’impegno dell’espositore Alessandro Soria (per l’occasione affiancato dall’artista Massimo Zuigan Tizzano, la cui mostra dicembrina ha portato Paola alla ribalta del Tg1), rimarcando la necessità di questo tipo di iniziative soprattutto in contesti che, nel periodo precedente al proprio insediamento, erano completamente usciti dal raggio d’azione dell’amministrazione comunale.

Soddisfatto anche padre Domenico Crupi, che ha ribadito quanto sia stretto il nesso tra l’ispirazione artistica e l’afflato spirituale, elementi necessari alla contemplazione religiosa della figura del Santo.

Sul senso della “Charitas” di Francesco da Paola s’è concentrata anche l’assessore Maria Francesca Corigliano, la quale ha anche annunciato un’imminente iniziativa che si terrà nella Cittadella regionale per celebrare il carisma del Patrono.

Anche Federico Bilotti, omaggiato per l’occorrenza con un presente donato a nome della città, si è detto emozionato per la grande partecipazione all’evento.

La mostra, che ha tutte le caratteristiche di una “permanente”, è già aperta e fruibile e si protrarrà anche oltre il periodo di Festeggiamenti dedicati a San Francesco.

Paola – Alto gradimento per l’inaugurazione della mostra su San Francesco ultima modifica: 2018-05-01T09:03:01+02:00 da Redazione
Redazione

About