Celebrato lo scorso 24 agosto in forma solenne, il 75° anniversario del Patronato di San Francesco di Paola sui Marittimi è divenuto anche l’occasione per saggiare, anticipatamente, quella che sarà l’atmosfera del prossimo anno, quando tutte le iniziative convergeranno nell’ultima tappa di un trittico di centenari che, per ripetersi, necessiteranno di 88 anni d’attesa (con il sesto secolare appuntamento teso a glorificare la morte del fondatore dell’Ordine dei Minimi).

Organizzata dalla Commissione per gli Eventi Particolari e per l’Organizzazione del V Centenario della Canonizzazione del Patrono, presieduta dal consigliere Francesco Aloia (delegato anche ai rapporti con il Santuario), la giornata si è svolta secondo un programma che, ricalcando le suggestioni tipiche del 3 maggio (quando la città rivive la traversata dello Stretto sul Mantello del Santo), ha incontrato il gradimento popolare e delle istituzioni.

Autorevoli esponenti della chiesa hanno preso parte alla messa officiata da Mons. Salvatore Nunnari, Arcivescovo emerito della diocesi Cosenza-Bisignano, omelia cui hanno assistito i principali rappresentanti della autorità civili, con il sindaco di Paola – Roberto Perrotta – a fare gli onori di casa, tributando a ciascuno attestati di riconoscenza.

Orgoglioso per la buona riuscita dell’evento, Francesco Aloia – capogruppo nell’aula Lo Giudice per conto dell’Idm di Orlandino Greco (presente anch’egli in rappresentanza del consiglio regionale della Calabria) – ha voluto ringraziare quanti hanno reso possibile l’organizzazione, «ad iniziare dal sindaco Perrotta e dall’amministrazione comunale tutta – ha detto il consigliere comunale – per la disponibilità manifestata in ogni momento. Una gratitudine che estendo ad ogni membro della Commissione che mi onoro di presiedere, nonché allo staff che mi ha affiancato, dando forma concreta ad ogni idea sorta in fase preparatoria. Anche all’associazione “Brave Ragazze” rivolgo il mio più sentito apprezzamento, perché solo grazie al loro impegno è stato possibile allestire il buffet con cui abbiamo concluso la serata (iniziata alle 19.00 sull’arenile del Lungomare cittadino e terminata presso il teatro “M. Ganeri” di Largo Sette Canali, ndr). Un sentimento che sento il dovere di estendere anche agli ospiti intervenuti, tra i quali l’assessore Armando Torchia di Francavilla Angitola, il giornalista Pasquale Motta (direttore responsabile di LaCnews24, ndr), la “Compagnia della Rosa” e il suo regista, ispettore Giuseppe Sciacca, a tutta la Comunità dei Minimi per la collaborazione e anche al meteo, che fino all’ultimo ci ha fatto trepidare e che, forse per una celeste intercessione, ci ha permesso di celebrare la giornata secondo quanto stabilito nel programma. Anche a Giovanni Tolaro, correttore di Catona, rivolgo la mia riconoscenza, soprattutto per il lungo viaggio cui si è sottoposto, partendo da Ragusa alle 7.00 del mattino per essere presente qui alla sera, dove anche il Vicario Provinciale (Padre Antonio Bottino, ndr) e padre Domenico Crupi, hanno dato prova di un grande spirito di collaborazione e di religiosità. Stessa emozione che mi ha suscitato la partecipazione del giudice Alfonso D’Avino, Procuratore aggiunto di Napoli (prossimamente Procuratore capo di Parma, ndr) che, in nome della devozione per il nostro Santo ha presenziato a tutte le fasi della cerimonia. Senza continuare un elenco dal quale potrei escludere qualcuno per dimenticanza, vorrei tributare un ultimo ringraziamento agli operai del Comune di Paola, senza i quali nulla sarebbe stato possibile. In definitiva – ha concluso Francesco Aloia – la celebrazione di questo 75° anniversario ha reso palese la bontà di una macchina organizzativa che il prossimo anno sarà chiamata a rispondere ad un importante impegno, e del risultato ottenuto non posso che andare fiero, consapevole che la nostra città, quando si tratta di raccogliersi attorno al suo esponente più illustre, dà sempre il meglio di sé, così come sono certo farà la Regione Calabria (di cui San Francesco di Paola è Patrono, ndr) al momento opportuno, quando si tratterà di dare forma a ciò che stiamo predisponendo per il V Centenario della Canonizzazione».

(*) Il collage di fotografie realizzato nell’immagine “in evidenza” è stato possibile grazie agli scatti di Paolo Perrotta

Paola – Aria di V Centenario col 75° Anniversario del Patronato sui Marittimi ultima modifica: 2018-08-30T08:59:49+02:00 da Redazione
Redazione

About