arresti fuscaldo cs

Fuscaldo – Il Prefetto “riabilita” la Giunta: “l’essenza del Modello”

La giunta municipale fuscaldese torna operativa, con la missiva prefettizia di quest’oggi si conclude l’esperienza gestionale del commissario Roberto Micucci.

Gianfranco Ramundo, come già scritto ieri su queste colonne, torna al timone del centro tirrenico e, insieme a lui, anche il vice Paolo Cavaliere e l’assessore Paolo Ercole Fuscaldo riprendono la carica, rimasta “sospesa” per tutto il periodo di efficacia della misura cautelare inframuraria applicata nei loro confronti all’atto degli arresti compiuti nel corso dell’operazione “Merlino”, condotta dalla Procura della Repubblica di Paola sulla scorta delle indagini della Guardia di Finanza.

«Cessazione effetti decreto prefettizio nomina Commissario prefettizio – dr. Roberto Micucci». Con questo “oggetto” parte la lettera della Prefettura, che prosegue: «Si fa riferimento al decreto prefettizio prot. n. 85179 in data 6 novembre c.a. con cui il dr. Roberto Micucci – Vice Prefetto Aggiunto – è stato nominato Commissario prefettizio per la provvisoria gestione di codesto comune ai sensi dell’art. 19 del R.D. 383/1934. Al riguardo, con nota in data 17 novembre c.a., il Responsabile del Settore Amministrativo di codesto comune, ha trasmesso i provvedimenti adottati dal Tribunale di Catanzaro – Sez. Seconda Penale del 15 novembre c.a. con cui è stata annullata l’ordinanza di custodia cautelare suo tempo applicata dal Gip del Tribunale di Paola nei confronti di Ramundo Gianfranco – Cavaliere Paolo e Fuscaldo Ercole Paolo, rispettivamente Sindaco, Vice Sindaco ed Assessore comunale. Pertanto, ai sensi dell’art. 11, comma 6 del decreto Legislativo 235/2012 , nei confronti degli stessi è venuta meno la sospensione dalla carica. Ciò premesso, l’incarico conferito al dr. Micucci Roberto con il provvedimento in premessa richiamato, è da intendersi cessato».

A suggello di questa occorrenza, sul profilo pubblico del “Personaggio Politico” Gianfranco Ramundo (presente su Facebook) è stata pubblicata una foto ritraente i tre amministratori “reintegrati” a corredo della quale è stato inserito questo commento: «LA FUSCALDO PERBENE UNITA, INSIEME A NOI, PER RIAFFERMARE LA VALENZA DEL NOSTRO MODELLO DI PAESE E PER RIAFFERMARE LA DIGNITÀ E L’ORGOGLIO DELLA NOSTRA COMUNITÀ. Sono consapevole, perché me lo dice la mia coscienza e me lo dicono i valori e gli ideali in cui ho sempre creduto, della dura e grave ingiustizia che ho subito. D’altronde, l’opera di risanamento morale ed etico, che abbiamo portato avanti all’interno della macchina amministrativa del nostro ente, ne è testimone fedele. Un percorso di lealtà e di tutela dei nostri concittadini, che va avanti ancor più spedito e che non intendiamo fermare. Un futuro che dobbiamo difendere dagli sciacalli e dagli avvoltoi tornati a farsi rivedere, nonostante i danni del passato. Li affronteremo ancora una volta, con la forza della verità che ci ha sempre sostenuti e grazie al supporto delle migliaia di cittadini perbene, che chiamiamo attorno a noi, per unirci, tutti insieme, in una battaglia di civiltà e di democrazia, per riaffermare la valenza e l’essenza del modello Fuscaldo. #modellofuscaldo #piùfortidiprima #insieme».

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

cosmo de matteis

Visti dal Cosmo – «Se il covid “esplode” in Calabria sarà come un’eruzione del Vesuvio»

Volendo fare un paragone per quanto concerne il covid-19, i cittadini calabresi sono nelle stesse …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: