Una notte al coperto tra le mura del complesso Sant’Agostino. Questo è ciò che l’amministrazione comunale di Paola è riuscita a garantire ad un uomo senza fissa dimora richiedente aiuto.

Di chiare origini mediorientali, e in evidente stato di difficoltà, l’uomo è giunto ieri mattina presso la sede municipale di Paola dove, sotto la tutela di personale della Polizia Municipale, ha ricevuto una prima accoglienza.

Su impulso del sindaco Roberto Perrotta e dell’assessore ai servizi sociali Francesco Città, la macchina organizzativa ha iniziato mettersi in moto e – in assenza di una soluzione che comprendesse il coinvolgimento di strutture ricettive disponibili ad ospitarlo – di concerto con la Polizia Municipale ed i Servizi Sociali, s’è deciso di optare per una transitoria sistemazione “interna”, allestendo una brandina al pian terreno del Sant’Agostino che consentisse all’uomo, già provato dalle notti trascorse sul marciapiede, di trascorrere una notte tranquilla.

La situazione in cui versava il malcapitato è stata segnalata dal parroco di Sant’Agata, don Antonio Adamo, al consigliere comunale Ivan Ollio che, a sua volta, ha coinvolto il sindaco, l’assessore e il comandante della Polizia Municipale Ivana Cosco, i quali – infine – dopo l’iter d’identificazione e previo contatto con Prefettura e Questura, si sono determinati ad ospitarlo nel cuore amministrativo della Città di San Francesco.

Paola – Uomo senza fissa dimora ospitato nei locali del Sant’Agostino ultima modifica: 2019-03-16T10:50:53+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.