Nel 76° anniversario dei bombardamenti che, nell’estate del 1943, costarono la vita a 54 persone, la Città di Paola ripropone l’appuntamento con la “memoria” e la “riconoscenza”.

Mercoledì 24 luglio, alle ore 12.29, il suono di una sirena, dello stesso tipo che annunciò l’imminente pioggia di bombe che di lì a breve avrebbe distrutto un intero caseggiato, riecheggerà in tutta la città, per non dimenticare ciò che accadde quando gli ordigni, sganciati dagli arei “alleati”, spianarono l’intera zona oggi conosciuta come “Largo 7 Canali”.

Nel tardo pomeriggio della stessa giornata, una serie di appuntamenti si susseguiranno per esprimere la gratitudine della collettività nei confronti di quei presidi storici da cui, uomini altruisti e volenterosi, mossero per andare in soccorso della popolazione colpita.

A partire dalle 19.15, la prima tappa si svolgerà presso la Stazione Ferroviaria, dove una lapide commemorativa, tributata ai ferrovieri, riceverà la benedizione. Alle ore 21.00 sarà poi rivolto un pensiero alle Vittime dell’azione bellica, ricordate con un omaggio floreale che verrà deposto alla base della targa commemorativa “impressa” sul luogo dell’eccidio, a Largo 7 Canali.

Muovendo dallo spiazzo, oggigiorno “attrezzato” con un palco adibito a Teatro e un edificio utilizzato come Centro Laboratoriale, il corteo con alla testa il sindaco Roberto Perrotta, si sposterà poi nella vicina Villa Comunale “Dalla Chiesa”, dove – alle 21.30 – Don Ennio Stamile proporrà riflessioni sul tema “l’Italia ripudia la guerra”, cui seguirà una cerimonia per consegnare targa e pergamene della riconoscenza predisposte dall’amministrazione comunale.

A conclusione dell’evento, sempre in Villa, si terrà un concerto a cura del Quintet Brass RC.

54 morti sotto le bombe del ’43 – Paola ricorda quel 24 luglio denso di eroi ultima modifica: 2019-07-23T12:30:47+02:00 da Redazione
Redazione

About