Un intervento chirurgico di assoluta emergenza è stato portato a termine, con successo, dall’equipe medica con a capo la dottoressa Maria Teresa Manes, Direttore UOC “Cardiologia UTIC” dello Spoke Paola/Cetraro.

Fondamentale per la riuscita dell’operazione, si è rivelata la sala di elettrostimolazione recentemente “restituita” al reparto, perché ha consentito il trattamento di un paziente colpito da un arresto cardiaco, causato da un gravissimo episodio di bradiaritmia. Questa patologia, in tempi recenti, è diventata molto conosciuta a causa della morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina stroncato nel marzo dell’anno scorso a soli 31 anni.

Una volta riconosciuti i sintomi, medici e sanitari del presidio ospedaliero paolano, hanno prontamente sottoposto il paziente all’inserimento di un pace maker temporaneo, che oltre a consentirne la sopravvivenza, ha dato la possibilità di avere il tempo necessario all’impianto di un dispositivo definitivo.

Senza questo trattamento terapeutico, il paziente, con altissima probabilità, avrebbe avuto complicanze mortali, poiché l’emergenza di cui era affetto non gli avrebbe concesso di essere trasferito in tempo utile presso altre strutture.

La sala di elettrostimolazione, ripristinata su impulso della dottoressa Manes, si è rivelata fondamentale, indispensabile per salvare la vita di una persona che, altrimenti , sarebbe andata in contro ad un destino molto diverso.

Un successo che si deve alla disponibilità dell’Asp di Cosenza, dalla Direzione Generale a quella Sanitaria di Paola, che insieme all’Ingegneria Clinica, all’Ufficio Tecnico e a tanti altri operatori, hanno supportato la dottoressa Manes nella sua richiesta, consegnando in tempo, all’ospedale, un’ulteriore arma di difesa della vita umana.

Grave emergenza cardiaca affrontata con successo all’ospedale di Paola ultima modifica: 2019-07-05T18:43:23+02:00 da Redazione
Redazione

About