Il parco acquatico “Atlantis Club”, recentemente inaugurato sul lato meridionale del litorale paolano, è stato posto sotto i sigilli della delegazione circondariale marittima di Cetraro col supporto dei Carabinieri di Paola.

A quanto pare, escludendo le strutture per il divertimento in acqua, tutto il resto dell’allestimento messo in funzione sulla spiaggia, sarebbe sprovvisto di un fondamentale parere sovracomunale.

Sigilli quindi al ristorante, al bar e anche agli ombrelloni piazzati a mo’ di stabilimento balneare, dispositivi contro i quali i proprietari hanno annunciato di voler ricorrere per le vie legali, in quanto – come riporta la stampa odierna – «nonostante ci siamo recati personalmente negli uffici preposti non siamo riusciti ancora ad ottenere l’ok necessario. Abbiamo tuttavia acquisito parere favorevole all’apertura dalla Regione».

Secondo indiscrezioni, questo fondamentale parere potrebbe giungere solo ad ottobre, rimandando ogni possibile aspettativa imprenditoriale attorno alla struttura, all’anno prossimo.

Particolare non irrilevante: nel corso dei controlli operati dai militari dell’Arma, uno dei due referenti dell’Atlantis Club è stato segnalato alle autorità, perché trovato in possesso di un grammo di cocaina.

Ora s’attendono anche altri tipi di reazioni, viste quelle già apparse su Facebook, dove molti utenti hanno tuonato contro le lungaggini della burocrazia.

Cocaina e autorizzazioni mancanti: sigilli a strutture Atlantis Club Paola ultima modifica: 2019-08-07T08:54:54+02:00 da Giampiero Delpresepe
Giampiero Delpresepe

About 

Autore "collettivo", nominato caporedattore della Testata on-line Marsili Notizie, mi occupo dello scibile in generale, con particolare attenzione alla Politica.