Ahi ahi, possibili elezioni dietro l’angolo. Cosa fare?

Seguendo gli ultimi sviluppi della politica nazionale, quello in atto rappresenta uno dei più repentini “cambi d’assetto” mai registrati nella Storia repubblicana del Paese.

In effetti, se si considera lo “strappo” dato da Matteo Salvini al governo, apparentemente impossibile da ricucire, lo scenario che si prospetta è quello di una grande incertezza, dove i meglio piazzati delle elezioni politiche 2018, saranno costretti a trovare nuovi accordi se intendono restare in sella.

I cinque stelle, mazzoliati all’inverosimile dall’andare logico degli eventi, restano i più numerosi sia alla Camera che al Senato, forti di una percentuale che (se fosse ancora quella del giorno successivo alle elezioni) consente “trattative” con chiunque riesca a contribuire a raggiungere la soglia per non fare andare “sotto” la maggioranza.

Al momento, per non far precipitare la situazione al punto da dover riallestire seggi elettorali, l’unica ipotesi è quella di un allargamento, che nella versione più gettonata starebbe dirigendosi verso il PD.

Ebbene, se si realizzasse uno scenario del genere, con Salvini, tutto il blocco del centrodestra e gran parte del centrosinistra all’opposizione, che tipo di ripercussioni si avrebbero nella politica locale?

Gioverebbe ad Oliverio avere un governo Gialloradicalrenz? E a Iacucci?

Persino il sindaco e il presidente del consiglio paolani avrebbero qualche problema da porsi, col primo incapsulato entro i confini cittadini, mentre il secondo  vedrebbe aprirsi una chance per tornare a far la voce grossa dentro e fuori dal “Palazzo”.

Considerando l’accoglienza riservata all’ex segretario PD al tempo della sua visita a Paola, si potrebbe ipotizzare l’appartenenza di Graziano Di Natale alla corrente renziana, declinata nell’interpretazione di Giuseppe Fioroni, un raggruppamento che attualmente – stanti le dichiarazioni di Salvini e Zingaretti – starebbe trattando per garantire i numeri ai Cinque Stelle ormai orfani della Lega.

E mentre Zingaretti e Salvini premono per andare alle elezioni, M5S e renziani (insieme ai radicali) trattano per condurre l’epoca post-Conte (mandato zero).

Un asse inedito e inesplorato, che spingerebbe a terra i sogni di gloria leghisti, consapevoli che la loro Italia, o si fa adesso o non si farà più tanto facilmente.

A seconda di come la si guardi, questa turbolenza genera comunque smanie, perché se dovesse andare in porto la suggestione di avere i grillini compatti affianco a colui che, fino all’altro ieri, rappresentava l’esatto contrario di ogni loro istanza, anche i riequilibri in vista delle regionali potrebbero condurre a scenari finora neanche ipotizzati.

Col governo Gialloradicalrenz, che scelte compirebbe il PD di Zingaretti? Potrebbe ripresentare Oliverio alla guida della Regione? Oppure si riattiverebbe la cabina di regia “renziana”, con imposizioni dall’alto che potrebbero giovare a qualche candidato “in pectore” attualmente dato in caduta libera?

E l’eventuale indebolimento di Salvini (ormai fuori dal governo) potrebbe far scendere il gradimento che i sondaggi oggigiorno gli attribuiscono in Calabria? E nel caso in cui ciò accadesse, quanto beneficio potrebbe trarne Occhiuto?

In questo verso sono forti i rumors che indicano una frenetica attività diplomatica in vista della redazione delle liste, nelle quali potrebbe addirittura comparire qualche esponente Paolano attualmente investito di carisma rappresentativo e di appartenenza centrosinistra.

Chi vivrà vedrà, nel frattempo sarebbe utile considerare l’eventualità che questa possa rappresentare la prima ed ultima occasione di governo per i 5 Stelle, ormai sventrati al loro interno e pronti a disperdersi in una miriade di rivoli che coprono l’intero emiciclo parlamentare, dall’estrema destra alla sinistra più dura e pura.

GIALLORADICALRENZ: Governo in vista! Che succederà a livello locale? ultima modifica: 2019-08-11T11:56:20+02:00 da Giampiero Delpresepe
Giampiero Delpresepe

About 

Autore "collettivo", nominato caporedattore della Testata on-line Marsili Notizie, mi occupo dello scibile in generale, con particolare attenzione alla Politica.