Convocato per venerdì 2 agosto alle ore 17.00 presso il Sant’Agostino, un incontro operativo tra l’Amministrazione Comunale di Paola, la ditta Ecologia Oggi e le organizzazioni sindacali, per discutere sullo stato del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti espletata in città e per trovare soluzioni ad alcune criticità emerse nell’ultimo periodo.

Considerati i risultati raggiunti fino ad oggi, con percentuali di materiale riciclabile raccolto in crescita costante, l’appuntamento si presenta come un’occasione utile a pianificare un’ulteriore ottimizzazione del servizio.

Della riunione è stata messa a conoscenza anche la Prefettura di Cosenza.

Nella circostanza sarà forse trattato anche un argomento spinoso che, da qualche mese, vede il comune in difficoltà coi pagamenti nei confronti delle imprese e delle cooperative. Coinvolti nei disagi sono senz’altro i lavoratori di Ecotec, l’azienda lametina che sta occupandosi del Servizio Idrico Integrato (SII), i quali avanzano gli stipendi di maggio, giugno, luglio e la quattordicesima di fine anno.

Per loro, i sindacati Cgil e Cisl hanno formalmente proclamato lo stato di agitazione, anche se qualche “schiarita” in merito al futuro potrebbe venire dalla risposta del Ministero riguardo alla richiesta, formulata su indicazione della Giunta comunale, relativa al trattenimento di 8,5 milioni di euro “incamerati” nelle casse dell’Organo Straordinario di Liquidazione (Osl), che tutto ha fatto meno che lasciare “eredità” (altrimenti non si spiegherebbe la richiesta al Ministero).

Insieme ai lavoratori di Ecotec, altre grane sono pronte a manifestarsi per quanto concerne gli operai delle cooperative, anch’essi in ritardo con gli stipendi che – a seconda dei casi – variano dalle 4 alle 8 mensilità.

Tuttavia dal Sant’Agostino non giungono segnali di inquietudine, perché il lavoro certosino condotto sui conti, punta verso la via di un risanamento necessario in seguito alla catastrofica situazione ereditata, frutto di scelte “politico/amministrative” della passata gestione di centrodestra che, oltre ad aver lasciato conti in rosso con Ecologia Oggi e Sorical, aveva indirizzato ogni sforzo all’esclusivo pagamento delle fatture Lao Pools (azienda oggigiorno sostituita da Ecotec anche in virtù di un’interdittiva antimafia), a volte anche a scapito dell’ordine cronologico dei pagamenti da effettuare.

In particolare, stanti i mandati di pagamento emessi dal Comune, pare assai chiaro che – per l’anno solare 2019 – ad ogni mese è stato assicurato un pagamento (malgrado le 14 mensilità di arretrato, trovate in eredità dalla gestione pregressa per ciò che concerne il servizio di raccolta dei rifiuti), sia ad Ecologia Oggi che ad Ecotec. Per le cooperative la partita invece pare essere stata rimandata all’autunno, quando potrebbe essere più chiaro il tipo di strategia da adottare per non lasciare indietro nessuno.

Nel frattempo, cresce l’attesa per l’appuntamento di domani.

Incontro Ecologia Oggi, Sindacati e Comune. Ecotec e Coop “alla finestra” ultima modifica: 2019-08-01T18:17:37+02:00 da Redazione
Redazione

About