Sorpreso a spacciare nella centralissima Villa Carlo Alberto Dalla Chiesa (ex Umberto I) a Paola, immediatamente posto agli arresti e sottoposto dal magistrato – che ha convalidato quanto fatto dai carabinieri – all’obbligo di firma.

L’ennesima operazione di controllo eseguita in territorio paolano, conferma l’allargamento a macchia d’olio del fenomeno legato alle sostanze stupefacenti.

La marijuana continua a rappresentare il fulcro del mercato, anche se la cocaina avanza a grandi passi, svincolandosi dalla concezione che la vedeva come droga “per i ricchi” perché ormai, ai prezzi attuali, sembra essere diventata accessibile a tutti.

Tornando all’operazione che ha coinvolto il quarantenne P.S., tutto si è consumato in una manciata di secondi, quando – notato dai militari – è stato sottoposto a fermo e successiva perquisizione, operazione che ha consentito di sequestrare circa 400 dosi di marijuana suddivisa in piccole dosi pronte per la vendita al dettaglio. Oltre a lui, i carabinieri hanno sottoposto a controllo anche altri giovani, successivamente segnalati per il possesso della sostanza stupefacente, presumibilmente appena acquistata.

Nei giorni scorsi a finire nella rete delle forze dell’ordine è stato un 38enne, anch’egli per il medesimo reato, indice del fatto che la droga – a Paola, ma anche sulla costa – rappresenta un metodo veloce per risolvere i problemi economici che attanagliano il territorio.

Tra controllati, segnalati ed arrestati, tutte le categorie della popolazione sembrano rientrare nel business, che erroneamente si ritiene appannaggio di criminali, poco di buono e nulla facenti. Tanti sono infatti gli impiegati in ogni settore che, per ottenere facili profitti, si dedicano allo smercio.

40enne “beccato” a spacciare nella Villa Comunale a Paola. Arrestato ultima modifica: 2019-10-17T08:51:19+02:00 da Redazione
Redazione

About