Interruzione di pubblico servizio senza titolo e senza giustificato motivo, è questa l’accusa alla base della denuncia presentata nei confronti di un uomo di 55 anni che, nei giorni scorsi, dopo essersi introdotto nell’istituto Pizzini-Pisani di Paola, ha raggiunto l’aula dove un professore “reo” d’aver sgridato il figlio in precedenza, stava tenendo la sua lezione.

Il 55enne, già noto alle forze dell’ordine, avrebbe minacciato di morte l’insegnante che, qualche giorno prima, aveva già avuto un confronto con la madre dell’alunno rimproverato. Entrato come una furia in classe durante l’orario di svolgimento delle lezioni, con il suo agire ha innescato il panico nei ragazzi presenti, alcuni dei quali si sarebbero addirittura nascosti sotto il banco.

Stanti le indagini condotte dal Commissariato di Polizia di Paola, diretto dal vicequestore Giuseppe Zanfini, l’uomo non sarebbe nuovo a siffatte condotte, verificate anche dall’Ufficio Investigazioni Generali e Operazioni Speciali (Uigos) di cui è responsabile la dott.ssa Elga Rossignuolo, che dopo aver sentito il dirigente scolastico e i suoi collaboratori, ha avuto modo d’apprendere il comportamento recidivante del denunciato, contro il quale potrebbe ora aprirsi un procedimento penale.

Minacce di morte contro un professore dell’isituto Pizzini-Pisani di Paola ultima modifica: 2019-10-14T09:41:10+02:00 da Redazione
Redazione

About