Una delegazione di genitori coi figli che frequentano il plesso scolastico di Sant’Antonio, a Fuscaldo, s’è recata fin dentro l’ufficio del sindaco (nonché consigliere provinciale) Gianfranco Ramundo, per manifestare tutta la contrarietà sorta rispetto alla decisione – assunta dal consiglio d’istituto – di chiudere i battenti all’edificio già a partire dal prossimo anno.

Sulla scorta del recepimento di tale determinazione, che l’amministrazione fuscaldese ha fatto propria con una delibera di giunta funzionale ad inserire il plesso nel piano di dimensionamento messo in atto dalla Provincia di Cosenza, il destino della scuola di Sant’Antonio sembra ormai segnato.

L’incontro, cui ha partecipato anche la dirigente scolastica Annamaria De Luca insieme ad alcuni consiglieri d’istituto, non sembra avere smosso nulla nel verso richiesto, tant’è che proprio la dirigente ha ribadito che: «pochi iscritti e pluriclassi, struttura non adeguata e troppa vicinanza con le scuole della frazione di Scarcelli (500 metri) e della Marina (circa 1Km). Non dobbiamo farne una questione di campanilismo e dobbiamo pensare alla didattica dei bambini ed alla loro istruzione».

Maurizio Gullo, presidente del consiglio d’istituto, dal canto suo ha rimarcato che «probabilmente siamo l’unico paese in Italia ad avere tre scuole nell’arco di 2 chilometri. Dobbiamo dirci le cose come stanno, sottolineando che questa chiusura non farà perdere alcun posto di lavoro, né ai docenti e né al personale».

Di tutt’altro avviso il presidente del Comitato Sant’Antonio, Peppino Perrotta, che senza mezzi termini ha detto: «da parte nostra combatteremo fino all’ultimo affinché si eviti la chiusura del plesso. Lo faremo con i mezzi a nostra disposizione e con rispetto verso tutti».

«Da domani, se non si metterà in sicurezza la scuola di Sant’Antonio – ha tuonato Domenico Garritano, genitore – chiederemo lo spostamento dei nostri figli, così come successo per altri plessi. Perché se tra le motivazioni della chiusura c’è la non idoneità della struttura, non mi sento sicuro per l’incolumità dei bambini. Quindi, o si fanno i lavori, oppure meglio far spostare gli alunni»

Scuole che chiudono. Fuscaldo: i genitori coi figli alla S.Antonio protestano ultima modifica: 2019-10-17T07:48:52+02:00 da Redazione
Redazione

About