Ecoross e Club Trekking, a 25 anni dalla loro nascita, uniscono le forze per  affidare alla Città un valido contributo di supporto e al servizio dei visitatori e dei turisti che usufruiscono delle bellezze paesaggistiche, storiche, architettoniche di Corigliano Rossano.

Il progetto riguarda la parte alta della nuova città di Corigliano Rossano, ricca di un pregevole e prestigioso patrimonio storico-monumentale: il Codex Purpureus Rossanensis (patrimonio UNESCO), il Castello ducale monumentale, i palazzi gentilizi, le piazze, le numerose chiese, le case che hanno visto nascere personaggi illustri. Insomma, per l’intera organizzazione si tratta di «un vero e proprio museo a cielo aperto da valorizzare in tutte le sue forme». Un progetto rivolto sia ai turisti che ogni giorno scoprono le nostre bellezze ma anche e soprattutto ai cittadini residenti, che spesso disconoscono in parte la propria storia e le proprie origini.

L’amministratore unico di Ecoross, Walter Pulignano, conferma la più assoluta apertura a nuove forme di partenariato nella consapevolezza che unire le forze, assemblarle, metterle insieme in progettualità comuni rafforza il potere sociale ed economico del nostro territorio. «Turismo, cultura, ambiente sono sempre al centro della nostra attenzione perché è forte il senso di responsabilità sociale che ci appartiene. Il progetto è nato dopo una nostra riflessione sulla promozione del territorio che ci ha spinto ad avanzare una proposta di collaborazione al Club Trekking per la qualità delle loro attività. L’associazione ha sposato immediatamente l’iniziativa e si è messa al lavoro. Insieme, abbiamo voluto rendere un servizio alla collettività e a quanti si recheranno in visita nella nostra città. È altrettanto vero tuttavia che, al fine di rendere la nostra azione ancora più efficace, è necessario che si crei un sistema più ampio e strutturato sul piano dell’accoglienza e dell’ospitalità».

I percorsi culturali della città di Corigliano Rossano rappresentano il trait d’union che accomuna Ecoross e il Club Trekking, presieduto da Lorenzo Cara. Il progetto si avvale dell’importante contributo delle Proloco di Corigliano Rossano, rappresentate da Domenico Terenzio e Federico Smurra, e dalla Pagina web I love Corigliano Rossano.

Nel concreto, si tratta di due cartine, una per il centro storico di Corigliano e un’altra per il centro storico di Rossano. Ogni mappa ripercorre la parte antica dei due poli seguendo tre diversi percorsi specifici che possono essere seguiti in tempi corrispondenti a una piacevole passeggiata. Per Corigliano, sono previsti il Percorso del Carmine, il Percorso del Castello Ducale e il Percorso del Calvario; per Rossano, il Percorso della Cattedrale, il Percorso della Torre del Giglio, e il Percorso della Grecìa. Il primo lancio è in italiano ma nel prossimo futuro sono previste versioni multilingue, in inglese e spagnolo.

Il concepimento della mappa cartacea segue un percorso tradizionale e parallelo alle nuove tecnologie come i servizi di GPS e le applicazioni di web mapping. Secondo l’Organizzazione, infatti, «ha ancora successo per specifici motivi: è facilmente trasportabile, non c’è il rischio che si scarichi e non necessita di nessun accesso al segnale GPS o a Internet». Per la sua grafica accattivante e intuitiva, facilitata anche dall’uso dei colori differenti che tracciano i vari percorsi, gli utenti saranno aiutati nella consultazione della cartina e, grazie alle incisive e complete descrizioni dei luoghi, verranno a conoscenza di tante piccole curiosità che non sono note ai più. Per i testi, dell’area coriglianese si è occupata Valeria Capalbo, mentre per l’area rossanese Lorenzo Cara. Prossima la presentazione al pubblico.

Una cartina turistica per la città: progetto in accordo Ecoross/Trekking ultima modifica: 2019-10-16T19:46:17+02:00 da Redazione
Redazione

About