chiara corrado

San Nicola Arc. – Sfonda il cranio alla compagna e poi dorme col cadavere

Chiara Corrado era una bella 40enne originaria di Pisa che, presumibilmente tra la fine di luglio e la metà di agosto, è stata uccisa da Graziano Zangari, operaio di San Nicola Arcella, più grande di lei di sei anni e da tempo suo compagno.

Sulla ferocia e le ragioni del delitto – consumatosi a Torre del Lago, in Toscana – sta ora indagando il Nucleo investigativo del reparto operativo dei Carabinieri di Lucca e della Compagnia di Viareggio, che grazie all’arresto e all’interrogatorio di Zangari operato su disposizione della Procura della Repubblica di Paola, avranno ulteriori elementi per far luce sul caso.

Il cadavere della donna, uccisa probabilmente al culmine di una lite scaturita per la gelosia dell’uomo (attualmente rinchiuso nel carcere di Paola), è stato rinvenuto all’interno di una roulotte posteggiata in un cantiere edile, e si presentava avvolto da un fitto strato di cellophane sigillato dal suo assassino (che nel frattempo aveva fatto ritorno al suo paese di origine).

Il corpo della malcapitata, in evidente stato di decomposizione, è apparso anche gravato dal fenomeno della saponificazione, ma ciò non ha impedito agli inquirenti di ricostruire – anche in base alle dichiarazioni rese dal reo confesso – un’aggressione perpetrata probabilmente con una mazza, utilizzata per colpire la donna al capo, letteralmente “sfondato” per la violenza inferta.

Un particolare raccapricciante è stato riportato dall’edizione lucchese della testata “Il Tirreno”, secondo la quale l’assassino, dopo aver ucciso la donna, avrebbe dormito accanto al suo cadavere.

About Redazione

Check Also

elezioni regionali calabria 2019

Siamo artefici del nostro destino: doveroso partecipare al processo democratico

di Gioacchino Cassano Le competizioni elettorali regionali sono alle porte e, checché ne dica l’Amico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: