venerdì , 3 Aprile 2020

Paola – Non solo multe, cittadini vogliono decoro in aree deturpate dai rifiuti

Giunta in redazione successivamente alla pubblicazione dei video che documentano l’inciviltà di taluni soggetti, intenti a sversare abusivamente i propri rifiuti sul suolo cittadino, di seguito si propone la lettera aperta di una residente paolana, angustiata per lo stato in cui versano alcune zone della Città.

Lettera aperta di una cittadina paolana alla Vostra redazione:

Belvedere Francesco Misciasi Medico Condotto e Medaglia di argento al Valore Militare

 

Questo è quello che succede in pieno centro cittadino. Una discarica a cielo aperto. La strada di Rione Giacontesi (il “Bel-vedere”!) che accoglie il mercato alimentare della domenica ogni settimana diventa sempre di più uno spettacolo degradante a beffa del caro Dottore paolano cui è intitolata, dei residenti e di tutti noi cittadini.

Ecco ciò che accade: ogni domenica, dopo il mercato domenicale, passano (a seguito delle segnalazioni dei residenti al comando dei vigili urbani) gli operatori di Ecologia Oggi a raccogliere una parte dei rifiuti solidi, ma solo quelli che gli ambulanti hanno correttamente differenziato, mentre tutti gli altri rifiuti vengono lasciati per strada. Durante la settimana cittadini incivili aggiungono i propri rifiuti a quelli non prelevati del mercato come se la strada fosse un cassonetto all’aperto. La domenica successiva gli ambulanti, nelle prime ore del mattino, spostano i rifiuti della settimana trascorsa, accumulatisi sul marciapiede, nascondendoli dietro i loro camion per permettere il passaggio indisturbato dei cittadini durante i loro acquisti. Il risultato è che nessuno fa caso a quello che succede in questa strada centrale ma allo stesso tempo frequentata unicamente di domenica quando i rifiuti sono “mimetizzati dai camion” o di sabato sera da adolescenti che contribuiscono con bottiglie di birra e altri rifiuti a questo degrado. E ogni settimana il circolo vizioso riprende e la situazione peggiora sempre di più. Sarebbe opportuno il passaggio degli spazzini e il lavaggio quantomeno della strada che accoglie i generi alimentari del mercato per ovvi motivi igienico sanitari e per arginare la diffusione di roditori e altri animali. Questa strada rappresenta il paradosso della nostra città: onore e lustro alle medaglie d’argento durante le campagne elettorali per poi dimenticarsi e nascondersi dietro un dito (o un camion!) nel restante periodo di amministrazione. Una politica sanzionante con gli ausiliari del traffico sempre presenti anche con acqua e vento, ma mai tutelante: dove sono gli spazzini? Perché non lavorano con la stessa assiduità degli ausiliari del traffico? È forse più importante fare multe nelle strisce blu che garantire un città pulita? In una comunità civile le due cose dovrebbero coesistere.

Credo che la soluzione più opportuna, oltre a far ripulire la strada dai rifiuti organici e non organici, dopo il mercato cittadino, sia quella di installare delle telecamere di videosorveglianza così da sanzionare i cittadini incivili che scambiano la strada per un cassonetto dei rifiuti. In questo modo si potrebbero tenere sotto controllo anche fenomeni come risse, schiamazzi, corse in motorino e spaccio dei minorenni che frequentano la zona indisturbati, oggetto delle cronache cittadine nei mesi passati”.

Lettera firmata

About Redazione

Redazione

Check Also

coronavirus paola

Paola – Video – Rispondere alla fiducia. Onorare la “scia”. Incontro al COC

Affiancato dall’assessore alla Protezione Civile, Emilio Mantuano, il sindaco di Paola – Roberto Perrotta – …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: