lunedì , 24 Febbraio 2020
appelli virtuosi

Paola – Rubrica “Appelli Virtuosi”: il bell’esempio del Signor Claudio

Avere cura dell’esistente è uno dei compiti, se non l’unico, demandanti a chi ha avuto la fortuna di venire al mondo.

Salvaguardare il Creato, in ogni sua forma, è il viatico più autentico per dare un senso al passaggio temporaneo che, in questa vita, è toccato ad ognuno.

Tra gli infiniti modi, insegnati da chi – nella Storia – è stato capace finanche di entrare in una fornace accesa pur di lasciare un esempio eterno, quello della tutela degli animali è senz’altro uno dei più efficaci per tentare un approccio alla trascendenza.

Non si tratta di animalismo puro e semplice, perché altrimenti tutto potrebbe esaurirsi in una presa di posizione che, alle volte, esclude il resto. Ciò che caratterizza chi “realmente” prova il sentimento della tutela “verace”, è il disinteresse verso qualsivoglia tornaconto, è la gratuità di un comportamento virtuoso che raggiunge il suo scopo senza ostentarlo, perché il fine ultimo dell’azione messa in atto è l’Amore puro e semplice, quella dimensione emotiva che sillogisticamente viene, senza che nessuno possa mai averne dimostrato il contrario, paragonata a Dio.

Il caso odierno è quello del Signor Claudio, un cittadino paolano che, dopo un fortuito incontro con un cane randagio, ha deciso di occuparsene personalmente, riconoscendo in quell’animale un “altro” bisognoso di aiuto, perché forse abbandonato al suo destino dopo una vita domestica.

Incontrato casualmente alla Badia, storico e monumentale plesso nella periferia meridionale di Paola, il cane “Birillo” è divenuto oggetto delle attenzioni del Signor Claudio, il quale però da oggi (e fino a venerdì) non potrà prestare le sue attenzioni alla bestiola.

In virtù dell’impegno sinora profuso dall’uomo, è opportuno amplificare quanto più possibile il suo appello, di modo che venerdì – quando farà ritorno a Paola – possa ritrovare il suo amico quattro zampe in uno stato di forma uguale a quello garantito sino ad oggi.

Segue pertanto l’appello nella sua forma integrale:

Il cane della foto che oramai chiamo Birillo, è stato probabilmente abbandonato e sosta da più settimane nello spazio antistante alla storica chiesa di Badia. Da domenica 26 al venerdì successivo non potrò portargli da mangiare, se qualcuno volesse portargliene farebbe cosa buona, chi va trova anche una pentola in acciaio posta ai piedi delle scale antistanti la chiesa, serve per l’acqua che è a 5metri di distanza , dietro il muro.
Birillo è docile, oggi ,dopo tanti giorni si è lasciato avvicinare ed accarezzare, prima fuggiva alla vista degli uomini, probabilmente era stato maltrattato.

Dare una mano a chi dà una mano è lo scopo della rubrica “Appelli Virtuosi”, da oggi aperta su Il Marsili Notizie e disponibile a chiunque voglia segnalare situazioni basate sull’impegno civico e l’amore verso il prossimo.

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

coronavirus

Coronavirus – Sindacato Medici Italiani (De Matteis e Onotri) preoccupato

«In Italia, siamo arrivati, purtroppo, a contare i casi da contagio da coronavirus, anche con …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: