martedì , 31 Marzo 2020
coronavirus paola

Paola: Perrotta accusa malore per alterco con medici su “terapia intensiva”

La situazione che, inspiegabilmente, ha preso ad attorcigliarsi attorno alle due ali che compongono lo Spoke “Paola-Cetraro”, ieri ha raggiunto un culmine da non sottovalutare.

Secondo la versione fornita da alcuni testimoni, presenti durante un vertice tra Amministrazione Comunale e operatori sanitari del nosocomio paolano, pare che il Sindaco Roberto Perrotta sia dovuto intervenire – in prima persona – per impedire che la dotazione strumentale dell’ospedale “San Francesco” (recentemente rafforzata da donazioni pubbliche e private) potesse essere oggetto di provvedimenti diversi rispetto a quelli concordati.

Il motivo del diverbio sarebbe scaturito per l’istituzione dei quattro posti di rianimazione per far fronte all’emergenza coronavirus, valutati positivamente dal commissario straordinario dell’Asp, Giuseppe Zuccatelli, che però dovrebbe dotare la struttura di nuovo personale.

Dopo una prima richiesta di intervento della Polizia Municipale, schierata all’uscita dell’Ospedale per controllare chiunque fosse stato intenzionato ad allontanarsi da quel luogo senza le autorizzazioni necessarie, il primo cittadino avrebbe avuto un acceso confronto con operatori che, per tutta risposta, si sarebbero serrati all’interno del 5° piano del nosocomio.

A quel punto Roberto Perrotta, esausto per l’escalation di impegni cui sta facendo fronte negli ultimi giorni, ha avuto un mancamento cui i sanitari hanno risposto ricoverandolo, per poche ore, all’interno del reparto di Cardiologia al 4° piano del “San Francesco”.

Immediata è giunta solidarietà dalla pagina Facebook della Biblioteca Comunale “R. Lanzino” (raggiungibile qui), che ha stigmatizzato l’accaduto con queste parole: «Un augurio speciale al nostro caro Sindaco Roberto Perrotta. Stamane ha avuto un malore, per difendere i nostri diritti. L’acquisto dei ventilatori polmonari è stata una grande conquista, in questo momento difficile, per i quali tu hai lottato ed infine ottenuto. Grazie Sindaco per tutto quello che fai per noi e per la nostra città. Siamo tutti con te».

Nel frattempo prosegue l’opera di solidarietà nei confronti del nosocomio cittadino, con cittadini e associazioni artefici di donazioni di presidi sanitari e denaro.

In questo verso sono da registrare le iniziative dello Chef Giovanni De Luca che, dopo l’apprezzatissimo servizio offerto a domicilio nella giornata di ieri (pizza e zeppole la Festa del Papà), ha deciso di devolvere oltre 1000 euro alla struttura, concordando un intervento che vedrà l’Amministrazione Comunale a fare da collettore per finalizzare l’operazione. I soldi serviranno per l’acquisto di mascherine e ogni sorta di presidio funzionale a rafforzare la prevenzione contro la diffusione del nuovo coronavirus Covid-19.

Sempre in questo verso, si registra la generosa donazione dell’associazione “Il Cigno Bianco” di Bari che, nella persona di Antonia Appice ha fornito gratuitamente 200 mascherine al Comune di Paola, di cui 100 saranno destinate all’Ospedale e 100 saranno messe a disposizione dei dipendenti comunali che continuano a presenziare sul posto di lavoro, garantendo il disbrigo di tutte le attività degli uffici.

La busta iniviata in Municipio dall’Associazione Cigno Bianco
I presidi presenti all’interno – Donazione dell’associazione Cigno Bianco

Infine, almeno fino a questo momento, è da evidenziare anche l’iniziativa Piero Spensierato che, in virtù della rete di rapporti instaurati grazie alla sua attività di albergatore, si è fatto carico di mobilitare la comunità di calabresi in Belgio per raccogliere – oltre quelli messi a disposizione personalmente – ulteriori fondi da destinare al nosocomio.

Uniti si può vincere.

About Francesco Frangella

Francesco Frangella
Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

coronavirus paola

Paola – Tam tam sul web, Perrotta ha “segnalato” l’accaduto di Cetraro?

C’è un documento, che sta girando sul web in questo momento a Paola, condiviso da …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: