stadio tarsitano paola

Paola – Segnalazione “social” – Fumo stadio “Tarsitano”: cosa brucia?

È allarmato il tono di un utente “Facebook” che, da pochi minuti, ha condiviso sulla sua bacheca online alcune – inequivocabili – fotografie, ritraenti una folta coltre di fumo levarsi nell’aria dall’interno dello Stadio Tarsitano di Via Sant’Agata.

adiss

«Buongiorno – si legge nel post – A Paola, come si può ben vedere, pur avendo investito in attività commerciali, turistico-alberghiere, etc, dopo la “marmellata” (riferimento alla sporcizia che ha galleggiato sul mare in estate, ndr), arriva anche la DIOSSINA, risultato del “lavoro” di operai addetti alla pulizia dello stadio comunale che bruciano tutto ciò che si trovano davanti.. Ma, mi chiedo, in un paese civile è normale?».

Il post dell’utente condiviso su Facebook

Lamentando quindi odore acre, derivato presumibilmente da plastica bruciata, l’utente in questione si domanda se sia normale che ciò accada in un paese civile, questione che – si spera – possa essere colta dalle parti del Sant’Agostino, sede del Municipio, dove operano coloro che sono in grado di rispondere.

La speranza è che si tratti di un’operazione compatibile alle normative vigenti, soprattutto in considerazione del fatto che – con l’emergenza sanitaria ancora in atto – molti residenti sono costretti a respirare attraverso le mascherine, cosa che di certo non facilita la sopportazione di tali olezzi.

About Vincenzo Marino

Vincenzo Marino
Italiano d'origine, irlandese di adozione, giramondo e narratore per scelta. Coltivo diversi interessi e presto molta attenzione a ciò che accade a casa mia, tra le pareti del mondo che condividiamo tutti.

Check Also

elezioni comunali san lucido 2020

S.Lucido: Al voto citando Montanelli, confidando in una vittoria onesta&utile

Campagna elettorale? Un anticipo del Carnevale, tanto, poi, ogni scherzo vale..!! Non ci occupiamo giornalisticamente …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: