rete dei beni comuni paola

Paola – Rete dei Beni Comuni: «Il Servizio Idrico sia gestito dal Comune»

Nota del movimento politico-culturale “Rete dei Beni Comuni” (RBC) rappresentato nel Consiglio Comunale di Paola dall’avv. Francesco Giglio.

La Rete dei Beni Comuni propone che il Comune gestisca direttamente il servizio idrico, ottimizzando la rete grazie anche ai finanziamenti per l’ingegnerizzazione messi a disposizione della Regione Calabria.

L’attuazione del progetto di ingegnerizzazione permetterà quindi alla città di Paola, e a tutti gli altri comuni beneficiari del contributo regionale, di intervenire sulle perdite in maniera organica ed efficiente, con rilevanti benefici per la popolazione.

La gestione diretta è l’unica opzione alternativa per garantire il più equo utilizzo di un bene pubblico primario, evitando così sperequazioni che si ripercuotono sul costo del servizio come attualmente avviene attraverso l’appalto a società private.

Non è possibile lucrare sull’acqua offrendo un servizio scadente ai cittadini con costi esorbitanti.

Si può e si deve interrompere questo circolo vizioso che grava unicamente sugli utenti finali.

Oltre al servizio di erogazione si deve porre definitivamente rimedio ai costi spropositati degli interventi di manutenzione straordinaria.

L’accoglimento della nostra proposta comporterebbe inoltre la stabilizzazione dei dipendenti ora “ecotec” e delle cooperative esterne, che a causa di questo sistema basato sulla privatizzazione del servizio permangono in una situazione di precarietà economica.

In attesa delle determinazioni della A.I.C., la scelta della strada da percorrere è anche evidentemente politica poiché contempera la tutela di due importanti diritti: l’accesso ad un bene pubblico e la dignità del lavoro.

About Redazione

Check Also

stefania signorelli

Paola – Stefania Signorelli nella quaterna arbitrale di “Una notte per Diego”

Domani sera (2 giugno 2021), a partire dalle 21.25, su Rai 2 sarà trasmessa la …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: