francesco giglio rbc

Paola: Giglio va dall’On. Nesci (sottosegretaria Governo Draghi) per l’Alta Velocità

Giovedì pomeriggio il Consigliere Comunale della Rete dei Beni Comuni, avv. Francesco Giglio, è stato ricevuto negli uffici della Presidenza del Consiglio dalla sottosegretaria al sud ed alla coesione territoriale, on.le Dalila Nesci, alla quale ha rappresentato le preoccupazioni in merito al progetto del nuovo tracciato ferroviario per l’alta velocità che, se confermato, estrometterebbe l’intera fascia costiera del tirreno-cosentino ed in particolare il nodo ferroviario di Paola, oggi centro di riferimento, con nefaste conseguenze socio-economiche per l’intero comprensorio, volendo al momento tralasciare l’impatto ambientale.
Paola, deve rimanere lo snodo ferroviario più importante per l’intera provincia, dando priorità ai lavori di raddoppio della linea per Cosenza, così da potenziare i collegamenti AV esistenti con la Sibaritide e l’alto jonio cosentino, già interessato anche da un nuovo progetto inserito nel recovery fund che collegherebbe Potenza a Taranto, via Metaponto.
Infatti, il raddoppio della galleria Santomarco, che permetterebbe un comodo accesso della città di Cosenza, e non solo, ai servizi AVR, non avrebbe più senso se si spostasse il nuovo asse sulla valle del Crati.
Inoltre, e qui sta il paradosso, i tempi di percorrenza sarebbero pari o superiori, con la previsione di far viaggiare i treni ad una media di 200 km/h, come da progetto.
Occorre invece investire le risorse disponibili in opere per l’ammodernamento di tutte le linee secondarie, tra cui Sibari-Cosenza, Catanzaro-Lamezia, e la creazione della linea Lamezia Centrale-Lamezia Aeroporto.
Il tracciato ferroviario della fascia tirrenica è l’unica vera infrastruttura per la mobilità nei nostri territori, a differenza della dorsale appenninica servita già dal Pollino fino a Falerna dall’autostrada.
Il consigliere Giglio, ha quindi sottoposto all’attenzione della sottosegretaria tutte le criticità dello studio di fattibilità del nuovo tracciato attraverso una relazione redatta dal referente nazionale della commissione trasporti.
Nel corso dell’incontro è stata anche illustrata l’idea progettuale già depositata da Rete dei Beni Comuni presso gli uffici del Comune di Paola di riqualificazione dell’intera area dell’ex deposito locomotive, il tutto da coniugare con la creazione di un sistema di trasporto intermodale treno-aliscafo attraverso il porto, o ancor meglio una darsena, che consentirebbe di raggiungere le isole Eolie da Roma via Paola in meno di quattro ore.
Ma se Paola dovesse perdere la centralità di cui gode anche gli altri progetti infrastrutturali risulterebbero depotenziati, porto incluso.
Per questa ragione il consigliere Giglio ha invitato la sottosegretaria a prendere parte ad un Consiglio Comunale nel quale trattare la problematica, ricevendo ampia disponibilità dalla rappresentante di Governo.
La Rete dei Beni Comuni, forza di minoranza costruttiva e responsabile, nei prossimi giorni si farà promotrice di un incontro con l’amministrazione comunale al fine di procedere al più presto alla convocazione del Consiglio Comunale, invitando anche sindaci dei comuni limitrofi, rappresentanze sindacali, tecnici del territorio e responsabili di RFI.

About Redazione

Check Also

elezioni regionali calabria 2019

Siamo artefici del nostro destino: doveroso partecipare al processo democratico

di Gioacchino Cassano Le competizioni elettorali regionali sono alle porte e, checché ne dica l’Amico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: