calabria sanità gioacchino cassano

“Strutture irresponsabilmente disabilitate”. In Calabria ancora sete di Sanità

Riflessione condivisa dal nostro lettore Gioacchino Cassano

È un periodo un po’ critico per il Paese in generale e per il nostro Paese in particolare!

Oltre ai disagi – in tutti i campi – causati dall’ avvento di questo maledetto ospite che non voglio nemmeno nominare perché ha radicalmente cambiato il nostro sistema di vita, si è riaffacciato, puntualmente, un altro problema, quello della Sanità, con tutte le sue carenze che colpisce inesorabilmente chi ha bisogno di assistenza!

Ma, mentre per il maledetto virus sono state messi in campo – almeno così pare – tutti gli strumenti, le energie ed i validi contributi di TUTTI : Virologi, Scienziati, Personale Medico e Parasanitario, per la Sanità Corrente, quella – per intenderci – di cui, da sempre, ha bisogno ogni Famiglia Normale, si ha un buio assoluto!

Capita, sistematicamente, che in caso di bisogno, il numero/salvezza – 118 – non può soddisfare con l’urgenza che il caso richiede, le esigenze dei malcapitati, non per incuria o disservizio attribuibili al Personale in sevizio, bensì alla carenza atavica di organico e, anche, di autoambulanze!

Capita, altresì, che il Pronto Soccorso, suo malgrado, non può ricoverare nella Struttura locale le persone che hanno bisogno di cura per carenza cronica di posti/letto nonché per scarsa dotazione di Personale Medico e Sanitario in genere! E così, è costretto a suggerire il ricovero in Strutture fuori zona! Lascio solo immaginare il grave disagio per il paziente di turno e per le Famiglie!

Va doverosamente sottolineato, al riguardo, che tutte le Persone attualmente in servizio vengono assoggettati a turni massacranti per lenire le sofferenze di chi soffre!

Considerato che la situazione è insostenibile e che solo chi ha la sfortuna di avere necessità di cure ospedaliere paga sulla propria pelle, è indifferibile ed urgente che i Responsabili di questo delicato Settore – senza ulteriore indugio – affrontino e risolvano questo delicato problema.

Già nell’aria si respira l’atmosfera elettorale per le imminenti competizioni regionali, ogni partito, ogni movimento, ogni sigla elettorale fa le sue promesse ed espone i propri programmi, ma non mi risulta che da parte loro sia stato presentato un programma concreto per restituire ai Calabresi la Sanità di cui ha urgente bisogno; quella che si avrebbe  con la riapertura delle Strutture Ospedaliere irresponsabilmente disabilitate, con la reintroduzione dei Servizi Indispensabili decapitati negli Ospedali rimasti in funzione, con lo adeguamento del Personale Medico, Amministrativo e di ogni ordine e grado occorrente per il normale funzionamento della gestione in piena autonomia con la contestuale rinuncia alla nomina della pletora di Commissari – del cui operato non vedo utilità e benefici.

Spero che questo messaggio venga raccolto da Chi e da Coloro che sono preposti a queste delicate mansioni in modo da restituire a tutti noi la serenità che viene a mancare nel momento del bisogno!

About Redazione

Check Also

anagrafe online paola

Paola – Mattarella stia lieto: a breve il Comune partirà con l’Anagrafe online

Nota dell’Amministrazione Comunale di Paola In riferimento al non ancora completato processo di subentro dell’anagrafe …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: