gioacchino cassano

Paola – Riflessioni sulla nostra comunità

Riflessione del nostro lettore Gioacchino Cassano

La nostra meravigliosa Città vive di certezze  concrete e di contraddizioni!

Posta in una posizione incantevole, fra mari e monti , suscita ammirazione e stupore quando – in momenti particolari della giornata, di primo mattina ed a sera inoltrata – si ha la possibilità di ammirarne il panorama costituito da bellezze naturali che si estendono dalle verdi montagne fino ad un vasto orizzonte!

Quasi a sfatare le dicerie e le riserve che si nutrono verso i meridionali, il nostro amato Paese abbonda di Professionisti e Gente acculturata , con alti livelli di preparazione,  che viene adeguatamente apprezzata anche fuori Regione ove – spesso- sono costretti a trasferirsi per le scarse capacità occupazionali in loco!

La stessa cosa dicasi per la pletora di giovani lavoratori , dotati di energia e di volontà, ma, purtroppo, costretti – anche loro- ad emigrare …in cerca di fortuna a causa della mancanza di … dignitose fonti di sostentamento!

Anche se duole sottolinearlo, ma questa crisi, in parte appariscente ed in parte latente, ha inciso, verosimilmente, su un incipiente disinteresse per le riunioni culturali che fino al recente passato richiamavano persone di tutte le estrazioni sociali ! Lacuna, questa, che è stata evidenziata anche nel Settore afferente i Congressi Medici! E, tutto questo, fa seriamente riflettere!

È pur vero che la cultura …. non si mangia perché non è un bene commestibile ,ma  costituisce il più valido presupposto per la successiva  creazione di posti ed occasioni lavorativi e per la crescita ordinata del Paese, in tutti i variegati settori! ; ed è in funzione di queste nobili incombenze che va prestata particolare cura ed attenzione a questa categoria che, in virtù del suo operato , si fa carico anche del vasto esercito che costituisce la classe lavoratrice di ogni ordine e grado!

Occorre che si buttino le basi perché si limiti al massimo l’emigrazione dei cervelli e della forza lavoro!

Spero di non sognare, ma mi sento obbligato ad augurarmi , richiamandomi anche agli auspici espressi in un recente passato, che , in questo periodo tutti i Politici – che, in  diversa misura- rappresentano le infinite Comunità ed il Governo Centrale- si adoperino affinché i benefici dell’Europa per il tramite  del RECOVERY FUND -arrivino a destinazione anche delle piccole Entità Territoriali e dei loro abitanti, affinché fuoriescano dal clima di astinenza e di privazioni finora regnante e che si possa parlare di una Nazione con un tenore di vita e di lavoro equanime!

Una preghiera viva e continua – dunque- a tutti Quelli che sono portatori delle istanze e delle pressanti esigenze che rappresentano , affinché vigilino attentamente  fino a quando le loro legittime e documentate richieste trovino concreto accoglimento!

L’appello è rivolto a tutti i Parlamentari, alla Regione, alle Amministrazioni Provinciali  ed a tutti i Sindaci  ed a Tutte le Colorazioni politiche affinché intervengano in tempi brevi !

Ritengo che si siano già mossi , ma, ne sono convinto-  che una vigilanza continua, assillante e concreta porterà a buoni risultati! Ne abbiamo urgente necessità!

Non voglio essere ripetitivo , ma Mi preme sottolineare la sacrosanta necessità di interventi tempestivi per evitare che nel silenzio più completo vengano messe in cantiere ed attivate opere faraoniche, tipo TAV, che , ove realizzate secondo il piano ed il modello di cui si è venuti a conoscenza, salterebbero l’intera costa del Tirreno Cosentino, arrecando danni notevoli al Turismo Balneare ed agli Operatori del Settore!

Ove l’opera in argomento dovesse procedere nella direzione di cui si  è venuti a conoscenza e non viene corretta in maniera adeguata, ritengo che gli Organi Statali, Deputati al controllo della spesa pubblica, potrebbero intravedere estremi di danni erariali unicamente perché la eventuale spesa sostenuta non si bilancia con i benefici e l’utilità prodotta. Addirittura, potrebbe parlarsi anche di malversazione, nel caso in cui si dimostrasse la destinazione e l’impiego di fondi pubblici in modo non adeguato!

La tremenda crisi che ha colpito l’intero Paese e che ha sensibilizzato l’ EUROPA è – altresì-  l’occasione propizia per gli Enti Locali e, nella fattispecie per il nostro Comune in particolare, perché Politici e Tecnici predispongano dei piani accurati affinché i Proprietari di immobili, con speciale riferimento di quelli situati nei centri storici e nei Borghi, si adoperino a migliorare e decorare le facciate esterne! Il nostro Paese deve ritornare a vivere e svegliarsi dal torpore in cui, concausa anche questa maledetta pandemia, sembra caduto !-

Spero ardentemente che Quanto in premessa vada fatto unicamente perché rientra nei compiti e nelle competenze degli Organi e delle Persone preposti.

About Redazione

Check Also

reddito di cittadinanza cosenza

Guardia di Finanza scova furbetti del Reddito di Cittadinanza nel cosentino

I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Scalea, nell’ambito delle attivita finalizzate al …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: