Paola -Elezioni- Candidati: Cilento e Gravina per RBC (Signorelli sindaco)

Incastonati tra quelli selezionati nel fior fiore della società civile cittadina, i nomi di Gabriela Gravina e Carla Cilento, sono innervati nella lista di RBC (Rete dei Beni Comuni), a supporto – insieme alla lista “Rigeneriamo Paola” – della candidatura a sindaco di Andrea Signorelli. Entrambe note per l’attivismo profuso in vari ambiti della vita comune, manifestato attraverso iniziative che le hanno viste protagoniste nei campi del sociale e del volontariato, le due candidate spiegano così le ragioni della loro scelta.

«Scendere in campo non è stata una decisione – dice Gabriela Gravina – in quanto è un terreno che frequento da sempre, è praticamente il mio habitat naturale. L’impegno diretto è una costante della mia vita, che da cittadina ho sempre vissuto in prima persona, dedicando ogni sforzo alla cura di quel civismo che è necessario alla nostra comunità. La politica messa in campo dalla Rete dei Beni Comuni, è quella che maggiormente rispecchia il mio modo di essere e di pensare alla società, dove tutto è interconnesso ed ogni buona pratica messa in atto ha sicuri effetti su tutta la “Rete”. Per puntare a riallacciare il destino di Paola a quello del tempo presente – ha concluso la candidata – per favorire l’avvio di una stagione che sia davvero diversa da quelle che l’hanno preceduta, il 12 Giugno sarò in corsa per dare il mio sostegno ad Andrea Signorelli, certa che col suo dinamismo e la sua freschezza, saprà rappresentare tutte le istanze che questo territorio è capace di esprimere».

«Coerentemente al mio percorso di persona e cittadina – è l’esordio di Carla Cilento – quello intrapreso insieme agli amici di RBC, è un cammino che implica la partecipazione diretta, l’impegno personale, la vicinanza d’animo ad ognuno dei punti coi quali ci stiamo proponendo agli elettori. L’identificazione con il cambiamento che intendiamo proporre, è uno dei fondamenti della nostra unione, che trova il suo migliore interprete nel candidato a sindaco Andrea Signorelli, da anni impegnato nella costruzione di un’alternativa valida alla stagnazione che ci circonda. Salvaguardare il buono esistente e risolvere le criticità che affliggono il nostro territorio, è l’obiettivo che ci siamo preposti, raggiungibile solo a patto che ognuno entri in sinergia col circondario, estendendo la “rete” verso la maggior parte di direzioni possibili. Con l’entusiasmo di chi sa di far parte della squadra giusta – è la chiosa finale della Cilento – la marcia di avvicinamento all’appuntamento con le urne rappresenterà un’occasione per ribadire le ragioni di una genuinità su cui la Città sa di poter contare».

About Redazione

Check Also

faro piano torre paola

Paola – Sotto “soglia 5mila€”: la pulita a Piano Torre non ha richiesto “gare”

In continuità con quanto già fatto in occasione della bonifica straordinaria dell’ex area mercatale (oggi …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: