il marsiliese

Paola – «Accordi, cui prodest?». Il Marsiliese “in latino” sul pre-ballottaggio

L’accordo Ciodaro-Perrotta sembra ormai cosa fatta. Anzi, di più. C’è chi giura di aver visto il Sindaco, ed i suoi sostenitori, all’opera nella ricerca di un voto pro Ciodaro.

E naturalmente in città ci si chiede a chi giova questo accordo ed in quale misura.

Emira Ciodaro conta, con l’appoggio di Perrotta, di avere quello slancio necessario per raggiungere lo scranno di primo cittadino e soprattutto di invertire quella sorta di vento in poppa che sembra accompagnare, invece, Giovanni Politano.

Ciodaro ha scelto l’appoggio di Perrotta e della sua coalizione. Politano sta cercando invece il voto di quanti, per un motivo o per un altro, sono rimasti delusi del primo turno. A fianco di Politano pare si sia schierato ancor più apertamente l’assessore regionale che avrebbe “recuperato” l’appoggio di quei sostenitori di Fratelli di Italia in forza a Perrotta nel primo turno.

Perrotta ha scelto dunque la Ciodaro. A spingerlo in questa direzione soprattutto la presenza, fra le fila di Politano, di quanti hanno contribuito fortemente, e probabilmente in modalità decisiva, a porre fine al suo sindacato. La presenza di Di Natale e della Serranò, oltre che dell’assessore Samà, fra i sostenitori di Giovanni Politano hanno allontanato inevitabilmente l’ex sindaco da questa coalizione. E sicuramente avranno contribuito a far avvicinare Perrotta alla Ciodaro le ultime ore prima della presentazione delle liste. Quella porta chiusa, forse anche in malo modo, in faccia a Roberto Perrotta nel momento in cui si stava appropinquando a sostenere Politano rinunciando persino alla sua candidatura, beh quel gesto brucia ancora al sindaco uscente ed ai suoi più stretti collaboratori.

Con Ciodaro sindaco, Roberto Perrotta rappresenterebbe il garante di ciò che è stato e che non potrà essere più, almeno nell’immediato futuro. L’accordo Perrotta Ciodaro comporterebbe uno stop decisivo a quel spoils system da molto invocato alla vigilia del voto, ed auspicato, invero, inizialmente anche dalla stessa Ciodaro.

Sicuramente ed inevitabilmente non tutti e tutto sarebbero garantiti ma Perrotta andrebbe a sostegno del sindaco Ciodaro con buona parte del suo entourage. Ma proprio sul malumore di quanti hanno irrimediabilmente perso, con la sconfitta elettorale di Perrotta, che i maggiorenti della coalizione di Politano starebbero contando.

Insomma l’accordo Perrotta-Ciodaro gioverebbe sicuramente all’ex sindaco. Resterebbe nell’agone politico con un ruolo politico di primissimo piano. Alla Ciodaro andrebbe il giovamento dei voti acquisiti con l ‘accordo. Ma sulla cui quantità nessuno se la sente di scommettere.

Ed in caso di sconfitta della Ciodaro, nonostante l’accordo con Perrotta, a quest’ultimo resterebbe comunque il ruolo di leader dell’opposizione: ed anche in questo caso si tratterebbe di uno scranno di importante rilievo. Perrotta assurgerebbe al ruolo di “sentinella” del da farsi, del già fatto, del fattibile.

Politano, mentre gli osservatori politici giocano con le calcolatrici e le percentuali, trasuda serenità. Continua a sembrare che si trovi lì per caso. Questa sua “leggerezza” lo sta facendo “camminare” fra i paolani.

La sensazione è che comunque si correrà sul filo del voto…

Basterebbe una dichiarazione ed un minimo impegno di Signorelli per “abbuccare la barca”.

About Il Marsiliese

Check Also

alta velocità paola

Paola – Alta Velocità e raddoppio del Santomarco: urge fare presto

Nota di Andrea Signorelli, capogruppo di Rete dei Beni Comuni, forza della minoranza consiliare paolana. …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: