via dei minimi santuario paola

Paola – Più di 119mila euro per sistemare la Via dei Minimi

Nella giornata odierna, sull’albo pretorio online dell’ente (ancora) amministrato da Roberto Perrotta, si sta registrando una frenetica attività di pubblicazione atti, una caterva dei quali risalenti addirittura ai mesi di gennaio e febbraio di quest’anno.

Nella fattispecie si tratta di determinazioni dirigenziali, la gran parte delle quali a firma del responsabile dell’UTC, da cui è stato vidimato anche il documento n.68 dello scorso 11 Febbraio, in cui – mediante affidamento diretto – sono stati demandati lavori per € 119.247,75.

Nella fattispecie si tratta del primo lotto relativo all’opera di «ripristino della pubblica incolumità, nella località Via dei Minimi presso il Santuario San Francesco di Paola».

Secondo il disposto dell’ingegner Fabio Iaccino, che si è espresso oltre quattro mesi fa con l’atto a cui soltanto oggi (siamo a Giugno) è stata data pubblica visibilità, «Vista la determinazione a contrarre n. 5 del 13/01/2022, con la quale si indice apposita procedura ai sensi e per gli effetti dell’art. 1, comma 2 lettera a) della Legge 11 settembre 2020, n. 120 «Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitali», attraverso richiesta di preventivo per l’affidamento dei lavori “DISSESTO IDROGEOLOGICO PER IL RIPRISTINO DELLA PUBBLICA INCOLUMITÀ, NELLA LOCALITÀ VIA DEI MINIMI PRESSO IL SANTUARIO SAN FRANCESCO DI PAOLA” I LOTTO rivolta ad un operatore economico individuato a seguito di opportuna indagine Sull’Albo Fornitori della piattaforma telematica di cui http://paola.ga-t.it/»; la ditta per l’esecuzione di tali – onerosi – lavori, è risultata essere una “vecchia conoscenza” dell’amministrazione, datosi che è la stessa che ha svolto opere presso l’Ospedale cittadino, riuscendo addirittura ad entrare in azione ancor prima che fossero disponibili i soldi per pagarsi. Caso più unico che raro di “anticipo sui lavori” (per un’idea in merito, clicca).

Nonostante il caldo torrido, e malgrado l’esclusione dal ballottaggio dell’attuale sindaco, la macchina amministrativa del comune di Paola sta procedendo spedita, recuperando ritardi “ultramensili” nella pubblicazione di atti che, forse, se avessero visto la luce dell’albo pretorio quando sono stati emanati e redatti, avrebbero potuto aiutare a comprendere quanto sia utile leggere le carte a “tempo debito”.

Sempre “in differita”, dall’albo è stato possibile apprendere che il comune ha provveduto all’affidamento diretto dell’incarico di supporto al RUP e verifica della progettazione dell’intervento, “Asse fluviale attrezzato di collegamento Marina – Santuario”, all’ing. Bartolomeo Sciannimanica, recentemente apparso sui canali di Paola TV nella sua qualità di esperto (collegato dall’aula “Lo Giudice” insieme all’architetto Angelo Siciliano e al sindaco Roberto Perrotta). All’accademico sarà corrisposto un compenso di € 44.408, così com’è stato stabilito nelle carte.

Sempre dai documenti pubblicati è stato possibile apprendere che stamane, alle ore 12.00, una commissione composta dall’ing. Fabio Iaccino (presidente) e dai commissari Alessandra Di Benedetto (architetto) e Antonio Caruso (geometra), dovrebbe essersi riunita per stabilire il da farsi in merito al «rilascio di una concessione demaniale con finalità turistica ricreativa extra balneare “viabilità e parcheggi pubblici/privati” ai sensi dell’art. 9 – tavola t.3 (slarghi ed aree limitrofe alla viabilità e parcheggi) di cui alla variante al PCS per anni uno». In quest’ultimo caso, l’avviso a contrarre è del 24 Maggio scorso.

Essendo operazioni così variegate, passate ed “in itinere”, è probabile che, con qualcuna di queste, il prossimo sindaco potrebbe trovarsi ad avere a che fare.

About Redazione

Check Also

Hyper-ColleTriglio

Cosenza – Domani c’è “Hyper-ColleTriglio”, evento artistico transdisciplinare

Si terrà a Cosenza sabato 25 giugno, dalle ore 17.00 fino a mezzanotte, nella suggestiva …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: