Something went wrong with the connection!

Politica

Paola – «Prendeteli a calci!» – Di Natale attacca “non solo” Orlandino Greco

«Oggi vengono, accompagnati da chi? Dai “cavalli di Troia”, da quelle persone che preferiscono accompagnarsi col politico di turno, solo perché il politico gli ha offerto il piatto di lenticchie, e svendono il loro territorio. Questa è una vergogna. È una vergogna. E se dovessero presentarsi nelle vostre case, prendeteli

Cronaca

Paola – Arrestato a Napoli sorvegliato speciale “intraneo” alla cosca Serpa

Arresto “in trasferta” per gli uomini del Commissariato di P.S. di Paola, giunti sino a Napoli per fermare un sorvegliato speciale accusato d’aver violato il regime cui era sottoposto. È finito dunque in Campania il viaggio di S.S., paolano su cui gli occhi dell’autorità erano particolarmente vigili perché considerato intraneo alla cosca Serpa e per altri precedenti  anche di tipo mafioso, emersi in diverse inchieste giudiziarie. Ammanettato dagli agenti, ora per l’uomo si prevedono ulteriori traversie giudiziarie. Assistito dagli avvocati

Cronaca Locale

P.S.: rafforzati i controlli a Paola. Già ieri un primo arresto

Nell’ottica della prevenzione riservata agli imminenti festeggiamenti per il Santo Patrono, il nucleo operativo di Cosenza della Polizia di Stato (Reparto Prevenzione Crimine Calabria Settentrionale) è stato affiancato ai colleghi operanti a Paola. Uomini e mezzi si andranno a sommare agli agenti del Comando cittadino, per rafforzarne l’azione in vista dell’imminente bagno di folla a cui andrà in contro la cittadina tirrenica. Già ieri l’azione discreta dei poliziotti ha condotto

Ricettazione di rifiuti ferrosi. Sequestrato un autocarro

In seguito ad alcuni controlli sull’attività di raccolta e gestione dei rifiuti, 15 quintali di rifiuti ferrosi di vario genere, sono stati rinvenuti qualche giorno fa dagli uomini del Comando Stazione del Corpo Forestale di Rende, i quali hanno posto sotto sequestro l’autocarro che trasportava tali rifiuti e il suo contenuto. L’autocarro incriminato, era guidato da due persone di origine pugliese, che al momento del fermo si trovavano a Montalto