Due giorni addietro la notte paolana è stata rischiarata dalle fiamme di un incendio appiccato contro un’auto.

La vettura in questione, appartenente al presidente della società cooperativa “Multiservizi”, è andata completamente distrutta nella combustione.

Sulla vicenda è stata ovviamente aperta un’indagine che, si spera, possa culminare in una rapida individuazione delle cause che hanno generato il rogo, anche se la pista più accreditata pare trarre spunto da un atto doloso perpetrato nei confronti di chi – su impulso dell’amministrazione comunale – sta eseguendo operazioni di controllo su contatori e allacci alla rete idrica del comune di Paola.

Il fatto è accaduto in Via Berardino Telesio, zona nota per essere la più vicina al tratto di strada interessato dalla frana sotto l’ospedale di Paola, area densamente popolata per l’insistenza di complessi abitativi e condomini di vaste dimensioni.

L’auto, un’Alfa Romeo, si trovava parcheggiata nella porzione interna al plesso, di fianco ad altri veicoli che sono stati “salvati” solo grazie alla prontezza dell’intervento dei Vigili del Fuoco.

Sulla probabile matrice criminale dell’atto, esistono svariate ipotesi, tra le quali – la più credibile – riguarda il tipo di mansione che ultimamente è stata demandata (su impulso del primo cittadino e del vicesindaco Tonino Cassano) alla società cooperativa di cui è presidente la presunta vittima dell’atto incendiario.

Si da infatti il caso che, al fine di garantire un più efficace controllo del territorio, l’amministrazione guidata da Roberto Perrotta abbia inteso agire sul fronte dei rilevamenti relativi al consumo “effettivo” della risorsa idrica, demandando alla società “Multiservizi” il compito di rendicontare lo stato dell’arte inerente gli allacci alla rete idrica, la presenza di contatori “a norma” e la segnalazione di eventuali anomalie (tra le quali si sottolinea la presenza di tubazioni collegate abusivamente sia ai canali principali che a quelli già congiunti ad abitazioni regolarmente censite).

Questo tipo di operazione, che per anni a Paola è stata tenuta in “stand-by” (non si capisce con quale tipo di intenzione) dovrebbe garantire un alleviamento della pressione fiscale collegata al servizio idrico, perché con l’individuazione di ciascun utente, la bolletta “complessiva” del comune viene suddivisa tra più persone, e ciò determinerebbe un sostanziale abbassamento della tariffa pro capite.

Ma a qualcuno, stante la consistenza dell’ipotesi relativa alla matrice dell’attentato incendiario, la cosa potrebbe non essere piaciuta, perché essere chiamati a pagare dopo anni di utilizzo “a gratis” del bene, potrebbe aver comportato la perdita di determinati privilegi “rubati”.

Per questa ragione, dal Sant’Agostino è stato diramato un comunicato di solidarietà al presidente della Multiservizi, una nota congiunta dell’amministrazione comunale e della società Ecotec (che si occupa del Servizio Idrico Integrato del comune di Paola).

«La “Multiservizi” – si legge – è la cooperativa incaricata nel lavoro di verifica ed analisi, riguardo le letture idriche dei contatori ed allacci paolani. La mano criminale che ha dato alle fiamme l’auto, non fermerà la sinergia che si è venuta a creare fra comune ed Ecotec, né tanto meno la volontà di porre in essere ogni attività, mirata a combattere l’abusivismo e ogni forma di evasione. Nei mesi scorsi è stata data prova concreta di quanto positiva sia la sinergia nell’interesse della cittadinanza, con un netto abbattimento sulle prossime tariffe idriche che arriveranno nelle case dei paolani. L’obbiettivo è proprio quello di pagare meno in quanto pagano tutti coloro i quali usufruiscono del servizio. La strada intrapresa per il bene di Paola continuerà per assicurare un servizio efficiente e di qualità, ma ogni tentativo sarebbe vano se non fosse supportato dalla consapevolezza di poter contare sulla dedizione e la professionalità dell’unità giudiziaria e delle forze di polizia che, quotidianamente, si prodigano per scongiurare atti delinquenziali e per assicurare i colpevoli alla giustizia. A loro – conclude il comunicato – va il nostro plauso e il nostro ringraziamento».

Paola – Attentato al capo letturisti contatori acqua: solidarietà dal Comune ultima modifica: 2018-10-11T13:06:47+00:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista Pubblicista dall'agosto del 2013, mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.