san nicola saggio

Sua Santità compare tra la folla accorsa per la cerimonia di canonizzazione

La canonizzazione del Minimo Nicola Saggio da Longobardi è ormai avvenuta, da ieri il Suo nome è stato consegnato alla storia avvolto nell’aureola della santità. Dinnanzi ad un sagrato gremito di fedeli, Papa Francesco ha celebrato il fraticello calabrese adoperando parole che, indubbiamente, resteranno con maggior forza impresse a tutti coloro che hanno avuto modo di poterle ascoltare dal vivo.

 

san nicola saggio

“Fuoriprogramma” di Papa Francesco

Tra questi, a livello istituzionale, c’erano i sindaci di Paola e Longobardi, Basilio Ferrari e Giacinto Mannarino , entrambi costretti ad una “toccata e fuga” per via dell’appuntamento con le elezioni regionali contemporaneamente in corso in Calabria. Sicuramente c’era anche il consigliere della minoranza paolana, Ivan Ollio che, insieme alle persone che componevano il gruppo con il quale era salito a Roma (composto, pare, da tre autobus), sarebbe rimasto nella Capitale per ripartire nella giornata di oggi. Questione che confermerebbe quella voce, data per probabile ed anticipata sin da ieri, condivisa da migliaia di calabresi i quali – appartenenze politiche a parte – hanno preferito celebrare la spiritualità.

 

san nicola saggio

Il Pontefice, a bordo della “Papa Mobile” si avvicina ai fedeli

L’eventualità che molti fedeli potessero essere indotti a preferire la cerimonia di canonizzazione alle elezioni regionali, era stata paventata in maniera allarmante da molti osservatori e da alti uomini di Chiesa. Anche l’Arcivescovo di Cosenza e Bisignano, Mons. Salvatore Nunnari, contrario rispetto alla scelta della data di indizione delle elezioni e benché sia stato presente a Roma, pare abbia dovuto sottoporsi al pesante viaggio di ritorno “in giornata”.

Nonostante la situazione sia stata condizionata da questo inevitabile motivo, coloro che hanno avuto la possibilità di presenziare fino all’ultimo momento, hanno goduto di un fuoriprogramma che sarà valso a riempire, ulteriormente, il senso di una giornata vissuta con gioia. Perché Papa Francesco, al termine dell’omelia, ha sorpreso i devoti con un passaggio sulla “Papa Mobile” che ha concesso a tutti di vederlo da vicino. «Che i nuovi Santi – ha detto il Pontefice nell’omelia – col loro esempio e la loro intercessione, facciano crescere in noi la gioia di camminare nella via del Vangelo, la decisione di assumerlo come la bussola della nostra vita. Seguiamo le loro orme, imitiamo la loro fede e la loro carità, perché anche la nostra speranza si rivesta di immortalità. Non lasciamoci distrarre da altri interessi terreni e passeggeri. E ci guidi nel cammino verso il regno dei Cieli la Madre, Maria, Regina di tutti i Santi».

Da ieri è “San Nicola Saggio” ultima modifica: 2014-11-24T16:44:59+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.