mare paola cs

Paola – VIDEO: Malgrado «lidi che non apriranno», il “Mare Pulito” è priorità

Ci sono volute oltre due ore di conferenza per tracciare un primo bilancio sullo “stato dell’arte” inerente il mare cittadino.

Un tempo necessario a fare il punto della complessa situazione, gravata da criticità che – come emerso durante i lavori – saranno risolvibili solo grazie ad un lavoro “di squadra” ad ampio raggio, capace di abbracciare tutte gli ambiti connessi alla tutela ambientale: dallo smaltimento dei rifiuti ai comportamenti individuali, passando attraverso azioni istituzionali e le progettualità imprenditoriali.

Ne hanno parlato – seduti al tavolo dei lavori moderato da Andrea Signorelli – il Generale dell’Areonautica Vincenzo Cundari, presidente della Commissione “Mare Pulito” (istituita su proposta dell’ex consigliere Vincenzo Limardi), la sua “vice” Raffaella Alò (ricercatrice presso l’Università della Calabria), il sindaco di Paola, Roberto Perrotta, e l’assessore ai lavori pubblici, Emilio Mantuano.

Una serie di interventi convergenti nella necessità di istituire una nuova modalità d’approccio al problema, capace di mettere a sistema le competenze necessarie e le azioni da intraprendere, tanto nell’immediato quanto nel futuro prossimo.

Il mare, oltre che essere visto come una risorsa da valorizzare, è stato finalmente presentato come essenza stessa del territorio, un azzurro dirimpettaio da onorare e rispettare con la stessa intensità riservata al Santo Patrono (così come ha avuto modo di evidenziare il generale Cundari nel corso del suo intervento, parlando dell’importanza strategica del turismo religioso e di quello balneare).

Un pensiero condiviso dal sindaco Perrotta, che oltre a rimarcare l’utilità della Commissione, ha prospettato i risultati ambientali sinora raggiunti dalla sua Amministrazione, sia nel campo della raccolta dei rifiuti – di cui uno dei principali artefici è il vicesindaco Antonio Cassano – sia in quello degli interventi su fognatura e depurazione, argomenti che l’assessore Mantuano ha poi compiutamente ampliato, fugando anche le ricostruzioni infondate apparse su allarmistici articoli, redatti da corrispondenti ex candidati a supporto della coalizione che vinse le passate elezioni.

Carte alla mano, il delegato esecutivo della giunta in carica ha dimostrato come, dalla Regione Calabria, siano stati predisposti i finanziamenti funzionali a dare alla città un depuratore capace di rispondere alle esigenze di una popolazione che, in estate, raggiunge quota 31mila abitanti, senza tralasciare gli aspetti legati alle pompe di sollevamento (da raddoppiare in diversi punti) e dell’efficientamento della rete idrica e fognaria.

Sindaco e assessore hanno poi fatto il punto riguardo le conseguenze subite da molti operatori turistici in seguito alla disastrosa mareggiata dello scorso marzo, anticipando che ci sono delle strutture balneari paolane che quest’anno non saranno in condizione di poter allestire il Lido, imprenditori rimasti  intrappolati nella conta dei danni, per i quali saranno necessari gli interventi concertati negli incontri istituzionali successivi all’evento.

Il filo conduttore dell’incontro è comunque rimasto saldamente teso sulla tematica relativa alle condizioni del mare, che saranno costantemente monitorate grazie all’impegno della dottoressa Raffaella Alò, la quale – col supporto dell’Unical – fornirà elementi scientifici in grado di perfezionare ulteriormente il campo d’indagine e le iniziative da mettere in atto.

Nel video che segue è proposta una sintesi del pomeriggio, con l’intervista conclusiva al Generale Vincenzo Cundari, presidente della Commissione.

Buona Visione

About Francesco Frangella

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.

Check Also

isidoro gentili

Paola – Serata astronomica per i ragazzi dell’IC Isidoro Gentili

Nella serata di venerdì  26 gennaio, presso il piazzale  del Santuario di San Francesco  di …

Rispondi