Fiumefreddo. Domani la giornata contro la violenza alle donne

Per il secondo anno consecutivo Fiumefreddo dice #BASTA ALLA VIOLENZA SULLE DONNE, domani 22 novembre a partire dalle 15 e 30 presso la sala consiliare di Fiumefreddo, anticipando di pochi giorni il 25 novembre, data che l’ONU ha scelto come giorno simbolo per la sensibilizzazione contro la violenza sulle donne. «Poche ore da passare insieme per informare, sensibilizzare e condividere; come sempre accompagnati da associazioni che operano nel settore» fanno sapere Alessandra Porto e Angela Marengoni, organizzatrici anche per questa seconda edizione dell’evento.

“Invece di una donna che ama qualcun’ altro tanto da soffrirne, voglio essere una donna che ama abbastanza se stessa da non voler soffrire più …” scriveva Robin Norwood nel libro “Donne che amano troppo”. E proprio da queste parole si è partiti per costruire un momento di coinvolgimento tra vari soggetti operanti nel sociale.

Il messaggio che le due giovani vogliono lanciare è chiaro: “Basta violenza sulle donne”, e “Mai più silenzio”, incoraggiando le donne alla denuncia. Messaggio che verrà lanciato non solo con i vari interventi che si susseguiranno, ma anche attraverso nuove forme di espressione, al fine di catalizzare l’attenzione sulla questione, coinvolgendo varie sfere della vita quotidiana.

Una di queste sarà lo sport. «Riteniamo che in una società dove la comunicazione e i rapporti sociali sono fortemente legati alla tecnologia, l’attività sportiva (calcio, palestre, ecc) sia diventata il primo aggregante sociale, per questo veicolare il nostro messaggio attraverso di essa rappresenta un modo per raggiungere più persone» dicono Alessandra e Angela. Per questo hanno coinvolto l’A.S Fiumefreddo Calcio e la Nuova Fiumefreddo G.A., che hanno accolto favorevolmente e con entusiasmo la proposta. I giocatori della prima squadra scenderanno in campo indossando una maglia con la scritta: #BASTA VIOLENZA SULLE DONNE, accompagnati dai bambini della scuola calcio, che avranno dei palloncini rossi, colore simbolo della giornata. Un gesto simbolico che si concluderà con la presenza delle squadre presso la sala consiliare.

Ma ad essere coinvolto non sarà solo il mondo del calcio. L’iniziativa è stata estesa infatti anche ai paesi limitrofi, con la partecipazione della A.S.D Liberty di San Lucido, instructor Federica Mantuano, e della A.S.D California di Paola, instructor  Rosetta Cristofaro, «le quali con il loro contributo hanno voluto dedicare qualche istante delle loro attività alla riflessione e condivisione». Con l’aiuto di Laura Spina, che si è spesa nella coordinazione e strutturazione, è stato realizzato grazie all’aiuto di tutti un progetto flash mob.

Come lo scorso anno saranno presenti  “SCATTI contro la violenza” a cura di GRITIZPHOTO, e saranno esposti  anche quattro scatti realizzati durante la manifestazione del 2014. Altra novità di quest’anno saranno due interventi musicali della bravissima fiumefreddese Giovanna Mazzarone. Durante l’evento sarà donata un’ opera, realizzata da Deborah Marengoni, che l’autrice vuole introdurre con queste parole: “perché un uomo che usa violenza, non merita un volto, mentre la donna che la subisce perde per sempre una parte di se”. Interverranno inoltre il Sindaco Vincenzo Gaudio Calderazzo, in nome dell’Amministrazione Comunale che ha patrocinato l’iniziativa; l’Avvocato Serena Minervini che parlerà della figura della donna nel tempo; AstartE, Associazione di Promozione Sociale; il giornalista e scrittore Luigi Mariano Guzzo che parlerà del suo libro “Come meteora”; la giornalista Mariagiulia Votta citerà dei monologhi dal progetto “Sotto la pelle dell’anima”. A moderare, Gennarino Chiappetta.

Simbolo della giornata saranno delle scarpe rosse, che le organizzatrici invitano ad indossare (ma va benissimo anche un capo di abbigliamento o un accessorio di questo colore) utilizzate per la prima volta nel 2012 da Elina Chauvet in un’installazione artistica pubblica in Texas, per ricordare le centinaia di donne uccise nella città messicana di Juarez. Da quel giorno le scarpette rosse, dello stesso colore del sangue versato da tantissime donne in tutto il mondo, sono diventate il simbolo della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Un pomeriggio quindi in rosso quello di domani, durante il quale uomini e donne si uniranno per dire basta ad ogni tipo di violenza.

About Asmara Bassetti

.

Check Also

IL BAVAGLIO

tra pochi giorni si vota per le elezioni europee,mai come in questo momento è importante,che …

Rispondi