I bambini dell’Ospedale di Cosenza decorano l’Albero di Natale del Papa

COSENZA – I bambini dell’Ospedale di Cosenza decorano l’Albero di Natale del Papa

Papa Francesco durante l'incontro privato con i bambini
Papa Francesco durante l’incontro privato con i bambini

Si sa, dicembre è un mese bellissimo soprattutto per i bambini e noi adulti, almeno un mese all’anno, vediamo il mondo attraverso i loro occhi. Sì perché dicembre è il mese di Natale e nell’aria si respira un profumo diverso. Per i bimbi è l’odore dell’attesa dei doni. Ma Natale non è solo il tempo dei regali, c’è molto molto di più.  Questo, sarà un Natale diverso e speciale, come “speciale” è l’Albero che si può ammirare in Piazza San Pietro, un abete di 32 metri, decorato con le creazioni in argilla realizzate dai bambini nel laboratorio di ceramico terapia della Fondazione Contessa Lene Thun Onlus, attivo nel  reparto di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Annunziata di Cosenza ed in altri 11 nosocomi italiani. Grande emozione e soddisfazione ieri pomeriggio per l’accensione dell’Albero dei Desideri. Alla cerimonia era presente una delegazione di oltre 700 persone, di cui circa 200 bambini, arrivata da tutta Italia che hanno incontrato il Santo Padre, in un’udienza privata nell’aula Paolo VI, dove gli hanno mostrato e donato le sfere colorate in ceramica che hanno creato con le loro mani per esprimere il proprio desiderio.

«Vorrei anche ringraziare i piccoli “artisti” che hanno decorato l’albero, e congratularmi con loro – ha commentato Papa Francesco.  Siete ancora molto giovani, ma esponete già le vostre opere in piazza San Pietro! E questo è bello. Coraggio, avanti! Michelangelo ha incominciato così! Gli addobbi, che grazie all’opera della “Fondazione Lene Thun” avete predisposto, raffigurano i vostri sogni. Questi desideri che portate nel cuore sono ora nel posto più adatto, perché stanno vicino al Bambino di Betlemme. Sono affidati a Lui, che è venuto per abitare in mezzo a noi».

Una delle sfere decorate dai bambini
Una delle sfere decorate dai bambini

Così, con le mani e con il cuore, è nato l’Albero dei Desideri, un abete suggestivo e insolitamente colorato, che riassume in sé la fantasia, la speranza, il coraggio e la voglia di vivere di tanti piccoli che si trovano ad affrontare la sfida più grande, quella per la vita. Manipolando l’argilla, questi bambini hanno ritrovato non solo il sorriso, ma anche la forza per affrontare la malattia e guarire meglio. Negli ultimi mesi, i bambini e ragazzi ospiti del reparto di oncoematologia pediatrica durante le ore di laboratorio hanno lavorato a un progetto speciale: una sfera per ogni desiderio. Sono nate così decine di coloratissime sfere in ceramica, divertenti e commoventi. C’è chi ha chiesto di mangiare una pizza o fare una partita di calcio con papà e chi sogna un viaggio al mare con la famiglia, fino al traguardo più grande, condiviso da tutti: guarire.

«È stata un’esperienza unica – commenta la Dottoressa Daniela Borselli, presente alla cerimonia. Ho visto nei bambini la serenità e la gioia di affrontare questa giornata consapevoli di essere gli attori – protagonisti».

Le sette sfumature di colore delle decorazioni corrispondono ai laboratori in cui sono state prodotte: celeste per San Gerardo di Monza e Ospedale di Bergamo, arancio per Policlinico Gemelli e Bambin Gesù di Roma, rosso per Policlinico di Catania, verde per Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, giallo per ospedale di Merano e di Bolzano, viola per ospedale di Cosenza e infine blu per ospedali di Padova, Cagliari e Pescara.

Mafalda Meduri

About Mafalda Meduri

Libera pensatrice, blogger ed indipendente essere umano

Check Also

maria pia serranò

Paola – «Siete in linea con il comune» ma non col sindaco

«Siete in linea con il Comune di Paola. Se conoscete l’interno, digitatelo ora, oppure digitare: …

Rispondi