Per manifestare solidarietà allo sport cittadino, in questo delicato momento di transizione vissuto nella gestione del palazzetto “Tonino Maiorano”, i giovani della Cisl hanno inteso incontrare mister Carmelo Perrotta. Al termine del confronto, i ragazzi afferenti al sindacato hanno inteso esprimere la loro opinione, non lesinando stoccate alla disinvolta amministrazione istituzionale della faccenda.

«Parlando con Prof. Perrotta abbiamo ricostruito la storia – hanno scritto – e sono emersi particolari che ci hanno fatto porre alcune domande; in particolare ci chiediamo come sia possibile che il Comune di Paola, dopo aver fatto un bando, andato deserto, non lo abbia ripetuto come previsto dalla legge; ci chiediamo perché, una volta constatato l’indirizzo politico di affidare la palestra a terzi (decisione alquanto discutibile), non sia stata data la possibilità di costituire un Consorzio alle società sportive per la gestione della palestra comunale anziché affidarla ad un’una ed unica società sportiva; ci chiediamo come sia possibile che al momento dell’affidamento, non sia stata garantita a tutte le società sportive, la possibilità di poter utilizzare la palestra secondo parametri di equità e solidarietà; ci chiediamo perché il Comune ad oggi, non vigili su questa situazione che vede il professor Perrotta e i suoi ragazzi (under e adulti) fare allenamento di Pallavolo fuori dalla palestra perché “non in regola coi pagamenti”, nonostante un versamento sia stato fatto. La legittima gestione del privato affidatario della struttura non consente di poter praticare sport a causa delle elevate tariffe applicate alle società storiche che praticano il palazzetto. Risultano eccessive infatti le tariffe applicate, le quali tagliano le gambe a società sportive che riescono ad esistere grazie allo sforzo di persone come il Prof. Perrotta, al quale va il nostro plauso e la nostra solidarietà. Riteniamo che lo sport, nella sua funzione primaria di educazione sociale, sia una scuola di democrazia, di vita comunitaria e di gruppo, che si pone sempre più nell’ottica di essere occasione per integrare classi e culture diverse, facendo vera promozione di giovani. Un po’ quello che da anni fa la Scuola Volley; come ci ricorda infatti il professor Perrotta, molti ragazzi sono stati tolti dalle strade grazie alla pallavolo, per questo l’impossibilità di accedere al palazzetto, è un vero e proprio attentato alla democrazia e ai giovani di Paola. Auspichiamo che al più presto vengano rimodulati gli accordi tra la società affidataria della struttura e le altre società sportive, per consentire a tutti di praticare sport. Se cosi non fosse riteniamo opportuno l’intervento del Comune nella persona del Vicesindaco Sbano, il quale ha l’obbligo di tutelare non solo le società sportive, ma soprattutto i giovani paolani che con passione e impegno ogni giorno preferiscono dedicare parte del loro tempo alla pallavolo. Lo sport deve essere alla portata di tutti, non solo di pochi prescelti».

Palazzetto dello Sport Paola – Giovani Cisl al fianco del Volley ultima modifica: 2015-12-18T13:13:52+01:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.