Una risposta piccata, ma non necessariamente dello stesso tenore “sfacciatamente” espresso dall’associazione “Liberisempre” nella giornata di ieri, è stata fornita – dalla sua bacheca virtuale di internet – dal vicesindaco Francesco Sbano. Accusato di immobilismo da Vittorio Crocicchio, il pragmatico “secondo” dell’esecutivo Ferrari ha sciorinato una serie di documenti che, nella loro essenza, parrebbero recare i tratti della controffensiva tesa a smentire il rimprovero relativo alla gestione della delega sulla sanità. Principiando con un’espressione forse densa di uno spunto polemico, l’oculista che esprime in giunta i voleri del duo consiliare del Grande Sud (“Grande Paola” se lo si considera un tutt’uno con il pensiero politico del collega Gaetano), ha chiosato – forse rivolgendosi proprio a “Liberisempre” – «Mentre loro giocavano a carte al dopolavoro ferroviario di Paola, noi lavoravamo per portare grandi risultati per la nostra sanità». Mettendo sul tavolo gli esiti del proprio impegno, il vicesindaco ha sciorinato i motivi per i quali ha espresso questa considerazione. Stante la lista dell’assessore, nella quale l’ospedale di Paola è incasellato nella sua funzione di “Polo Chirurgico”, le nuove disposizioni dei reparti dovrebbero consistere in «40 posti letto di chirurgia generale, 20 posti letto di ortopedia, 10 posti di day surgery , 8 posti MCAE (medicina e chirurgia di accettazione-urgenza), 10 posti letto di urologia, 9 posti letto di emodialisi, 2 posti di Day hospital, 8 posti letto di oncologia, anatomia patologica, Radiologia, servizio trasfusionale, laboratorio analisi, 10 posti letto di terapia intensiva».

Probabilmente stizzito dai biasimi espressi anche sulla sua delega al turismo, Francesco Sbano ha inoltre messo in campo il “piatto forte” rappresentato dall’intensa quantità di presenze registrate in ambito religioso soprattutto al Santuario. Probabile premessa del ripristino di un vecchio cavallo di battaglia dell’amministratore, vocato – sin dal principio della sua esperienza nell’esecutivo – alla riuscita di un piano sinergico teso a incanalare i flussi di pellegrini anche sul suolo cittadino, questa sortita dovrebbe anticipare qualche novità da mettere in atto sul fronte della gestione del traffico, con l’auspicata asfaltatura del centrale parcheggio sotto all’Agip sempre più vicina a divenire realtà.

Non lasciando spazio ad alcuna forma di impulsività, il vice di Ferrari starebbe mettendo in pratica una strategia tesa a dimostrare – soprattutto all’interno della sua stessa coalizione – l’importanza di un lavoro condotto sottotraccia e senza manie di protagonismo. Indice probabile di una tempra che, col recente avvicinamento di una cospicua rappresentanza della politica centrodestra giovanile cittadina, starebbe rafforzandosi.

Paola – Il vicesindaco Francesco Sbano risponde a “Liberisempre” ultima modifica: 2016-03-07T13:44:35+02:00 da Francesco Frangella
Francesco Frangella

About 

Giornalista. Mi occupo di Cronaca e Politica. Sono tra i fondatori del Marsili Notizie ed ho collaborato come freelance per varie testate.