concerti vi centenario

Paola – Dopodomani, tra danza e opera, chiude pure Tchaikowsky

Nota dell’ufficio stampa

Sabato 25 giugno, alle ore 20.30, si concluderà la stagione lirico sinfonica “I concerti del VI Centenario”. Ultimo appuntamento, dunque, del cartellone a cura dell’Istituto superiore di studi musicali “Tchaikowsky”.

locandina
Il cartellone

 Sul palco del Teatro Ganeri di Paola, il gran finale della rassegna con il concerto “Tchaikowsky tra danza e opera”. In scena, i maestri Roberta Ficara e Valentina Currenti. Con loro, la soprano Valentina Mamone e il tenore Sabino Mamertucci accompagnati dal pianoforte del maestro Alfredo Cornacchia.

L’iniziativa rientra nel programma curato dalla Consulta Comunale per i festeggiamenti del VI centenario della nascita di San Francesco di Paola.

La Consulta Comunale di Paola si occupa di redigere il programma delle celebrazioni per il VI centenario della nascita di San Francesco di Paola, coordinato da Maria Pia Serranò, consigliere comunale e Presidente della III Commissione e presieduto dal Sindaco Basilio Ferrari.

Nei mesi scorsi, dunque, è stata stilata una convenzione tra l’amministrazione comunale di Paola e l’Istituto Superiore di Studi Musicali “TCHAIKOWSKY” di Nocera (grazie al contributo della coordinatrice della Consulta Maria Pia Serrano e il Maestro Roberta Ficara). Protocollo siglato dal sindaco di Paola, Basilio Ferrari e dal direttore Filippo Arlia.

 

Sabato 25 giugno, alle ore 20.30, il cartellone proporrà il concerto sinfonico “Tchaikowsky tra danza e opera”. Ad esibirsi i talenti del Conservatorio Tchaikowsky, la direzione artistica è affidata al m° Roberta Ficara.

Una fitta scaletta per un concerto che renderà omaggio alle danze per pianoforte a quattro mani interpretate dal “Nour Piano duo”, ovvero Roberto Ficara e Valentina Currenti. Un duo presente dal 2012 sulla scena internazionale. Ficara e Currenti sono due artiste dotate di alta tecnica pianistica. Impegnate in un programma, sabato 25 giugno, che ripercorrerà le danze più celebri del repertorio pianistico a quattro mani. La seconda parte del concerto sarà dedicata all’opera, protagonisti: la talentuosa soprano Valentina Mamone e dal Tenore Sabino Mamertucci. Due belle voci, accompagnate dal maestro Alfredo Cornacchia al pianoforte, che interpreteranno le più belle arie del melodramma italiano. Dalla pucciniana “Sì, mi chiamano Mimì” tratta dalla Boheme; a “Tace la notte placida” del “Trovatore” di Giuseppe Verdi; alla “Cavalleria Rusticana” di Mascagni “Voi lo sapete, o mamma”. Senza dimenticare “Vesti la giubba” dai “Pagliacci” di Leoncavallo e la Fedora di Umberto Giordano con “Amor ti vieta”.

About Redazione

Check Also

IL BAVAGLIO

tra pochi giorni si vota per le elezioni europee,mai come in questo momento è importante,che …

Rispondi